Giochi del Mediterraneo: oro anche dal ciclismo con Ruffoni

Giochi del Mediterraneo: oro anche dal ciclismo con Ruffoni
Il tecnico azzurro Marco Villa con il vincitore della prova in linea dei Giochi del Mediterraneo Mattia Ruffoni

Il tecnico azzurro Marco Villa con il vincitore della prova in linea dei Giochi del Mediterraneo Nicola Ruffoni

Marco Villa un po’ ci sperava dopo una cronometro che non ha regalato grandi soddisfazioni: “Per quanto riguarda la prova in linea, io e Marino Amadori abbiamo convocato tutti atleti giovani, veloci e vincenti. Sono sicuro che faremo bene”. Anche perché l’Italia del pedale ci teneva a lasciare un segno in questi trionfali Giochi del Mediterraneo, che si avviano alla conclusione con uno score di medaglie per il nostro paesi che non ha eguali nella memoria storica recente. Infatti che potessimo ripetere il numero di medaglie di Pescara era prevedibile, ma che lasciassimo le altre nazioni ai posti di rincalzo, a cominciare dalla Francia, proprio non ce lo potevamo attendere. Inoltre il ciclismo doveva mantenere alto l’onore essendo disciplina che nelle precedenti edizioni aveva collezionato i successi sia a cronometro che su strada (uomini e donne). Insomma la vittoria di Nicola Ruffoni era attesa, sperata e per questo molto apprezzata nel momento che è giunta, al termine di una volata, com’era nelle previsioni. Il 22enne bresciano tesserato nel team Colpack), colleziona così la settima dell’anno e la prima in assoluto con la maglia azzurra. Al termine di una volata di gruppo Nicola ha battuto il ventenne francese Christophe Laporte (sesto quest’anno nella Cote Picarde) e l’algerino Abdelbasat Hanachi, rispettivamente medaglia d’argento e di bronzo. La nazionale italiana ha preso subito in mano le redini della corsa, con gli azzurri Michele Scartezzini, Paolo Simion, Alberto Bettiol e Ignazio Moser molto attenti nel controllo. Quando il gruppo si spezza, in testa restano pochi azzurri, tra cui Scartezzini, che a circa cinque chilometri dall’arrivo tenta il colpo d’anticipo, subito sventato dagli inseguitori. La gara si risolve allo sprint con Scartezzini e Bonifazio che lanciano la volata di Nicola Ruffoni.

Grande la soddisfazione del tecnico azzurro Marco Villa

Comments are closed.