Baku – L’avversario si presentava complicato sin dal sorteggio di ieri, visto che la Danimarca è a tutti gli effetti la miglior nazione Europea di Badminton.

Ma gli Azzurri, Jeanine Cicognini e Rosario Maddaloni, negli ottavi hanno affrontato al meglio l’incontro lottando per lunghi tratti della partita alla pari dei Danesi non riuscendo però a raggiungere i quarti.

“È stata una bella esperienza – il commento del direttore tecnico Ruiz – abbiamo raggiunto un obiettivo primario che era quello di passare il girone qualificando i due singoli. Oggi abbiamo fatto una bella figura e non era facile contro due top 50 al mondo. Sia Jeanine che Rosario hanno avuto l’opportunità di vincere un set e se continuano così siamo sulla strada giusta per qualificarci ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Cominciamo ad avere il rispetto di tutti i giocatori e questo è molto importante per la nostra fiducia anche come Team”.

Nel singolare femminile Cicognini ha avuto a disposizione anche un set point nel secondo set per prolungare il match, ma nonostante una partita emozionante e caratterizzata da colpi spettacolari si ferma agli ottavi, non riuscendo a superare Line Kjaersfeldt, numero 2 del seeding, che vince in due set (21-10; 25-23). Anche nel singolare maschile Maddaloni, lotta colpo su colpo, tenendo sempre testa al suo avversario, Emil Holst, ma cede con un doppio 21-16.

Prossimo impegno per gli atleti Azzurri, in Nigeria, per il Lagos International dal 15 al 18 Luglio.

Link del Torneo:

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.