Grand Prix del Kuwait, Caporuscio e Rossi a bersaglio

Se il buongiorno si vede dal mattino, per l’Italia del Tiro a Volo il 2015 potrebbe davvero essere un gran bel “giorno”. Nel primo giorno di gare del Grand Prix del Kuwait Sheikh Sabah Al-Ahmad Al Jaber Al Sabah, in cui l’Italia è presente con la squadra di Fossa Olimpica del Direttore Tecnico Albano Pera, il bottino azzurro conta già un oro ed un argento. A meritarsi le medaglie più ambite sono state, rispettivamente, Federica Caporuscio e Jessica Rossi, migliori in pedana.
Affrontare Jessica (Rossi, ndr) per l’oro è stato davvero emozionante – ha affermato la romana in forza al Gruppo Sportivo della Forestale – In prima battuta è una compagna di squadra ed una amica, ma trovarsi accanto in pedana durante un gold match la Campionessa Olimpica fa un certo effetto”. La Caporuscio è approdata alla semifinale con 69/75, ultimo punteggio utile, e ha conquistato il diritto di gareggiare per l’oro con un deciso 10 +1 sulla polacca Jasmina Macek. Come anticipato, nella sfida per la vetta Federica si è dovuta misurare con la poliziotta di Crevalcore (BO), qualificata grazie ad un ottimo 72/75 in qualificazione e ad un buon 12/15 in semifinale, e ne ha avuto ragione sul filo di lana, battendola con un misurato 12 a 11.
Terza sul podio la Macek con 8 a 7 sulla padrona di casa Sarah Al Hawal.
In semifinale con 70/75 è approdata anche Silvana Stanco (Fiamme Gialle) di Winterthur (SUI), che con lo score di 9/15 non è salita oltre la sesta posizione.
A chiudere il quartetto delle azzurre spetta alla Campionessa Europea bellunese Deborah Gelisio. La tiratrice della Forestale ha aperto la gara in salita, facendo registrare un 21/25 nella prima serie, ed ha proseguito con un 23 ed un altro 21. Con il totale di 65 si è fermata in decima piazza.
Anche al maschile la giornata è stata propizia. Dopo i primi 75 piattelli, la classifica provvisoria vede Daniele Resca (Carabinieri) di Pieve di Cento (BO a quota 72/75, il quattro volte Campione del Mondo Giovanni Pellielo (Fiamme Azzurre) di Vercelli (VC) a quota 71, Valerio Grazini (Forestale) di Viterbo a quota 70 e Massimo Fabbrizi (Carabinieri) di Monteprandone (AP), medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Londra 2012, a quota 69.
Domani secondo ed ultimo giorno di gara. Per tutti 50 piattelli e, olo per i migliori sei, la semifinale che darà accesso ai medal matches.

RISULTATI
Finale Trap Donne: 1ª Federica CAPORUSCIO (ITA) 69/75 – 10/15 (+1) – 12/15; 2ª Jessica ROSSI (ITA) 72 – 11 – 11; 3ª Jasmina MACEK (POL) 69 – 10 (+0) – 8; 4ª Sarah AL HAWAL (KUW) 71 – 9 (+1) – 7; 5ª Ray BASSIL (LIB) 70 – 9 (+0); 6ª Silvana STANCO (ITA) 70 – 9 (+0); 10ª Deborah GELISIO (ITA) 65.
Qualificazione Trap Uomini: Abel Aziz MEHELBA (EGY) 74/75; Walid ELNAIR (LIB) 73; Piotr KOWALCZYK (POL) 73; Daniele RESCA (ITA) 72/75; Giovanni PELLIELO (ITA) 71; Valerio GRAZINI (ITA) 70; Massimo FABBRIZI (ITA) 69

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.