Grande successo a l’Aquila per il 1° Festival dell’Arrampicata

Grande successo a l’Aquila per il 1° Festival dell’Arrampicata

L’Aquila 1_4 agosto, primo Festival dell’Arrampicata

Può essere che l’appello di Jessica Rossi, neocampionessa olimpica con record, sortirà qualche effetto. Potrà magari anche accadere che Istituzioni e Enti Locali, piuttosto che fare finta di niente, si impegneranno per risolvere la questione delle tante persone ancora in tende e prefabbricati. Potrà addirittura accadere che il terremoto dell’Emilia tra un anno sia solo uno spiacevole ricordo messo alle spalle con una ricostruzione avviata e magari anche compiuta. Potrà accadere tutto questo, ed anche di più. Personalmente ne dubito, ma lo sport, Jessica Rossi, ci avranno provato, spostando i riflettori, magari solo per qualche ora, da Londra all’Emilia.
Lo sport non è nuovo ad azioni di questo tipo e con grande piacere mi piace sottolinearne un’altra ancora più incisiva e coraggiosa delle dichiarazioni della Rossi. L’hanno realizzata i ragazzi di El Cap, una società sportiva di Arrampicata dell’Aquila, che ha organizzato, dal 1° al 4 agosto, nel centro storico della città, una manifestazione interamente dedicata all’arrampicata. Si è trattato di un successo, dal punto di vista sportivo e spettacolare, enorme.
Questa la sintetica cronaca postata su fb da Daniele Adriani, presidente della società (e dirigente della Federazione) che ha organizzato la manifestazione, la quale ha riportato un po’ di vita nel cuore di una città in cui le ferite del terremoto di ormai tre anni fa ancora non sono rimarginate (e chissà quando lo saranno).
“Malgrado gli organi di stampa ci abbiamo completamente ignorato (a parte qualcuno), ieri notte è terminato con un grande successo, in un bagno di folla, quasi 2.000 persone, il I Festival dell’Arrampicata svoltosi a Piazza Duomo dal 1 al 4 agosto. Questi sono i numeri:
– 150 atleti provenienti da tutto il mondo;
– oltre 4.000 spettatori per le 4 serate;
– 200 i bambini e i ragazzi che hanno provato a scalare sulle pareti messe a disposizione da El Cap nei giorni della manifestazione;
– 30 i volontari che hanno permesso di far vivere grandi emozioni a tutti e far ritornare la vita in una Piazza, quella del Duomo di L’Aquila, che ormai giace morente abbandonata soprattutto dai propri cittadini, che però ieri sera hanno dimostrato che la città è viva e che accoglie con entusiasmo le manifestazioni che rendano meno triste la condizione di città ormai fantasma.”
La serata finale di sabato è stato il culmine delle quattro giornate, con una spettacolare gara dall’alto contenuto agonistico, con vincitori atleti di prim’ordine del panorama internazionale. E’ seguita una festa con buffet, rendendo viva una piazza che ancora non è in grado di dimenticare. Lo sport, con la sua capacità di creare valore e empatie, ha ridato vita, anche se solo per qualche giorno, ad un pezzo d’Italia dimenticato dalle Istituzioni, contribuendo in modo determinante a ridisegnare e ripensare il tessuto sociale di quella comunità.
L’augurio è che El Cap, il suo presidente Daniele Adriani e tutto il movimento dell’arrampicata abruzzese possano continuare questa opera di ricostruzione trovando sempre più porte spalancate e meno ostacoli da superare che, per un gruppo di arrampicatori (e conoscendo personalmente Daniele) non sono certo un problema.
AU

Classifiche:
Uomini:
1° Glairon Mondet Guillame – Francia;
2° Gabriele Moroni – Italia;
3° Sean Mccoll – Canada:
4° Rustam Gelmanov – Kazakistan.

Donne:
1° Genny Lavarda – Italia
2° Mathilede Becerra – Francia;
3° Anna Gallyamova – Russia;
4° Melanie Sandoz – Francia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.