Grenke Chess Classic 2015, Caruana supera Aronian

Grenke Chess Classic 2015, Caruana supera Aronian
Grenke Chess Classic 2015, Caruana

Aronian contro Caruana nel terzo turno del Grenke Chess Classic 2015

Si va al riposo, dopo il terzo turno del Torneo di Baden Baden, il Grenke Chess Classic 2015, con un situazione per certi versi sorprendente. Il campione del Mondo Carlsen inciampa contro Naiditsch Arkadij, il giocatore accreditato con il punteggio elo più basso di quelli tra coloro che si stanno sfidando in Germania, e viene superato nella generale da Caruana, che ha battuto Aronian, e dallo stesso Arkadij, ufficialmente tedesco e quindi padrone di casa, anche se nella realtà nato a Riga, in Lettonia.
Quella di ieri è stata una giornata sicuramente favorevole all’italiano. Fabiano Caruana vince con i pezzi neri contro Levon Aronian, recupera punti nella graduatoria internazionale a punti e rafforza la sua posizione al secondo posto nella classifica mondiale. Ma, come spesso accade in questi mesi, si è trattata di una vittoria col brivido, con Caruana che gioca le ultime 12 mosse della partita avendo a disposizione solo 30” per ciascuna. Dopo 28 mosse infatti Fabiano ha praticamente esaurito il tempo a disposizione e a questo punto disponeva solo dell’incremento offerto dal particolare meccanismo dell’orologio brevettato da Bobby Fischer. In questa condizione è assai facile sbagliare, ma l’azzurro giocava tutte le mosse migliori mentre era Aronian – che pure aveva oltre dieci minuti a disposizione – a commettere un paio di decisivi errori.
Per Caruana la vittoria è importante perché lo proietta al vertice della classifica provvisoria del torneo, ma soprattutto perché gli permette di recuperare preziosi punti nella graduatoria mondiale e consolidare la seconda posizione rispetto al russo Grischuk, attualmente terzo, che da alcuni mesi non prende parte a tornei e aspetta solo che sia Caruana a perdere punti ed a scendere. Cosa per esempio che sta accadendo ad Aronian, che dal terzo posto è clamorosamente crollato all’undicesimo. Proprio per questo il successo di ieri ha un valore relativo. Conta molto veder come si comporterà Caruana nel proseguo, tenuto conto che negli ultimi tornei l’italo-americano è sempre partito bene, per pagare alla distanza (al contrario di Carlsen).
Domani, giovedì, giornata di riposo, si riprende venerdì con Caruana impegnato contro l’inglese Adams; poi giocherà con i tedesco Naiditsch e finalmente domenica la nuova sfida con Carlsen il quale deve a questo punto mettere subito dietro di se questo stop che, però, non pregiudica alcuna possibilità di vittoria.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.