HP_bomber paralimpico Stefano Casile con le due mascotte_Stockey e Dirk Kuyt
Il bomber Stefano Casile

E’ italiana la squadra che, sabato 31 maggio scorso, si è aggiudicata la prestigiosa coppa internazionale di hockey paralimpico (la prima nel suo genere) promossa e sostenuta dalla fondazione di Dirk Kuyt, calciatore olandese del Fenerbahçe SK e vicecampione del mondo in carica con la maglia orange. I ragazzi con disabilità intellettiva relazionale dell’Archetto Roma, giunti in rappresentanza dell’Italia, hanno vinto tutte e quattro le partite in programma senza subire alcuna segnatura. Un successo che fa seguito ai due titoli europei degli anni passati (2011 e 2013).
HOCKEY FEMMINILE, NAZIONALE SENZA VITTORIE IN OLANDA – Si chiude con un pareggio (1-1 all’HDM, forte club di prima divisione olandese) il raduno dell’Italdonne a Den Haag (Olanda). Dal 25 maggio al 3 giugno la nazionale ha affrontato tre selezioni reduci dall’esperienza olimpica di Londra 2012 (Giappone, Sudafrica e l’Argentina campione del mondo in carica e argento agli ultimi Giochi) e altrettanti club di prima divisione olandese, la più competitiva al mondo. La pattuglia azzurra si sta sciogliendo in questa ore; tra meno di tre settimane altro raduno (a Mori, Trento) comprensivo di un triangolare con Irlanda e Galles.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.