Il Campionato Italiano a Squadre 2011 si chiude con il bis dell’Androni-Cipi

Il Campionato Italiano a Squadre 2011 si chiude con il bis dell’Androni-Cipi

Ha regalato emozioni e dato numerose conferme la challenge riservata alle dieci squadre di categoria Pro Team, Professional e Continental affiliate in Italia o che abbiano nel loro organico la maggioranza di corridori italiani, iniziata con la prima corsa di febbraio (il Giro della provincia di Reggio Calabria, vinto da Daniele Pietropolli) e conclusosi dopo 27 prove domenica scorsa (con il successo di Filippo Pozzato al G.P. Beghelli).
La manifestazione, che ammetteva tutte le prove del Calendario italiano, tranne quelle per le quali, anche in base alle normative internazionali, non sia stato possibile invitare tutti i team partecipanti, ha visto primeggiare per il secondo anno di fila l’Androni–Cipi, che si era aggiudicata la vittoria finale anche la scorsa stagione.
La Classifica a Squadre premia la prestazione collettiva dei primi tre classificati per formazione e non tiene conto del peso delle vittorie individuali che vanno a formare un’altra classifica internazionale (UCI Europe Tour) condotta da Giovanni Visconti. Il Campionato a Squadre ha la finalità, grazie ad uno specifico accordo con RCS Sport, di premiare con un potenziale invito al Giro d’Italia 2012 la squadra con l’organico più completo e di qualità, selezionato sulla base delle prove del Calendario Italiano.
Il team guidato da Gianni Savio in questo caso ha costruito il suo successo sulla grande continuità di rendimento (solo in due manifestazioni non ha preso punti) e sulle ottime prestazioni nelle sei prove a tappe, dimostrando di possedere un team solido, in grado di ben figurare su tutti i terreni.
Non ha deluso le aspettative della vigilia anche la Colnago-CSF che ha chiuso la stagione in crescendo, anche grazie alle prestazioni dei suoi giovani velocisti. Oltre alla conquista del 2° posto nella generale, è stata l’unica squadra a insidiare seriamente il primato della formazione vincitrice.
Ottima la prova corale della D’Angelo Antenucci – Nippo, che classificandosi in 3a piazza, vince il titolo di vera sorpresa dell’anno. Pur appartenendo alla categoria Continental ha saputo valorizzare la sua adesione al Calendario italiano con ottime prestazioni, superando in classifica concorrenti ben più quotate.
Lontane dai vertici delle classifiche le due formazioni del World Tour Liquigas-Cannondale e Lampre-ISD, che ovviamente hanno privilegiato le prove italiane e internazionali del Calendario Mondiale, i grandi Giri e le classiche, ma che vantando un organico numeroso e di alto livello avrebbero forse potuto fare di più anche nelle prove del Calendario Italiano.
Rinnovando i complimenti ai nuovi Campioni d’Italia, la Federazione Ciclistica Italiana rivolge un plauso per il buon esito della manifestazione a tutti i partecipanti e agli organizzatori, che hanno permesso il suo svolgimento. (com stampa)

La classifica
1) Androni Giocattoli – C.I.P.I. punti 803
2) Colnago – CSF Inox 741
3) D’Angelo & Antenucci – Nippo 618
4) Acqua & Sapone – Caffè Mokambo 580
5) Liquigas – Cannondale 552
6) Lampre – ISD 536
7) De Rosa – Ceramica Flaminia 521
8) Farnese Vini – Neri Sottoli 501
9) Miche – Guerciotti 496
10) Wit? 133

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.