Gavirate, 12 giugno 2021 – Il sogno di Edward si è realizzato. Nel pomeriggio a Gavirate, durante i Campionati Italiani di canottaggio, l’incontro tra gli atleti delle Fiamme Gialle e il bambino che sogna di essere uno di loro.

Tutto nasce qualche mese fa, quando Edward, un bambino di soli 7 anni, frequentante la prima elementare dell’Istituto Rosmini di Borgomanero, ha svolto un normalissimo compito in classe, di quelli che si danno agli alunni della sua giovane età.

La maestra Giada nel correggere l’esercizio di scrittura che prevedeva di esprimere tre desideri da far esaudire al “Genito della lampada”, è rimasta colpita dalle richieste del bambino. Infatti, come tutti i suoi coetanei, al primo posto ha espresso il desiderio di possedere un monopattino elettrico, ma nei successivi due, le richieste sono state singolari. Dopo aver espresso il desiderio di diventare un “famoso canoista”, ha successivamente chiesto al “Genio” di voler “entrare a far parte della Squadra delle Fiamme Gialle”.

La maestra incuriosita ha contattato i genitori credendo che la motivazione di questi ultimi due desideri fosse legata alla presenza in famiglia di atleti delle Fiamme Gialle o comunque di persone in Guardia di Finanza. La sorpresa è stata che nessuno attorno al bambino fa parte del mondo tanto desiderato da Edward e che l’unico contatto avuto è avvenuto, qualche giorno prima dello scritto, quando il bambino, insieme al padre, aveva partecipato ad una manifestazione in cui erano presenti Giulio Dressino e Mauro Crenna, due campioni di canoa delle Fiamme Gialle.

Il compito è arrivato nelle mani del Generale Vincenzo Parrinello, Comandante del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle, che colpito dalla sensibilità del piccolo sognatore, gli ha inviato un pacco regalo con gadget e accessori gialloverdi e fatto recapitare un invito a Gavirate per passare alcune ore insieme ai suoi eroi delle Fiamme Gialle.

Accompagnato da mamma Chiara e papà Cesare e dalla Dirigente dell’Istituto Rosmini Chiara Savoini, Edward ha trascorso il pomeriggio sul “campo gara” con la squadra delle Fiamme Gialle, alla scoperta di un mondo tutto nuovo, fatto di barche, remi e tanta passione.

Ad accoglierlo, oltre al Generale Parrinello e al Comandante del III Nucleo Atleti di Sabaudia, Cap. Danilo Cassoni, la medaglia olimpica di Londra 2012 e “grinder” di Luna Rossa Romano Battisti e i canottieri gialloverdi impegnati in questi giorni al Campionato Italiano Assoluto.

“Da quando ha ricevuto la notizia che oggi avrebbe incontrato le Fiamme Gialle, non è stato più nella pelle. Nei giorni che hanno preceduto quest’incontro, Edward era straripante di felicità e ancora oggi è molto emozionato” così la mamma parla del figlio mentre, spensierato, passeggia tra le barche di canottaggio, in compagnia dei suoi nuovi amici in “divisa”.

Durante la passeggiata, particolarmente divertente è stato l’incontro con il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale che ha accolto il piccolo Edward nell’area riservata della “Torre d’arrivo” e gli ha consegnato una medaglia d’oro della manifestazione, come auspicio per un futuro ricco di successi nello sport e soprattutto nello studio.

Un altro momento indimenticabile per il “piccolo sognatore” è stato il giro in catamarano sul lago di Varese, reso possibile grazie al Presidente della Canottieri Gavirate e del Comitato Organizzatore dell’evento Giorgio Ongania.

Prima dei saluti la sorpresa: il Generale Parrinello ha invitato Edward e la sua famiglia a Sabaudia per visitare gli Impianti Sportivi delle Fiamme Gialle, dove nascono i campioni del remo e della pagaia gialloverdi.

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta