Cariparma Test Match 2016: Italia asfaltata dagli All Blacks 10-68

Non c'è partita per gli azzurri che subiscono la prima meta dopo solo 3' e incassano una delle sconfitte più pesanti di sempre.

Cariparma Test Match 2016: Italia asfaltata dagli All Blacks 10-68

In una giornata fredda ma soleggiata allo stadio Olimpico di Roma, in un clima di festa e allegria, è scesa in campo l’Italia per il primo dei 3 Cariparma Test Match di novembre. Contro gli All Blacks, la squadra più forte e blasonata degli ultimi anni.

Per gli Azzurri i pronostici erano sfavorevoli e cosi è stato. Il punteggio finale parla chiaro: 68-10 per i neozelandesi, che dopo circa 3 minuti di partita sono andati in meta con Fekitoa. Malgrado la sconfitta amara si sono intraviste delle migliorie sia dal punto di vista dei singoli, soprattutto degli esordienti, sebbene le possibilità per esprimersi siano state poche.

La formazione allenata da O’Shea ha provato a reagire riuscendo solamente a racimolare 3 punti nel primo tempo nonostante tutti gli sforzi e le energie utilizzate. Com’era nelle previsioni, anche se non così largamente, gli ospiti hanno dominato in tutte le fasi di gioco, lasciando ben poco spazio all’Italia, la quale si è ritrovato più volte a rincorrere i giocatori avversari a causa degli errori difensivi.

Allo scadere dei primi 40 minuti il punteggio è già fissato sul 35-3. Il freddo pungente nel cuore degli oltre 65.000 spettatori accorsi con la speranza di vedere un altro copione prendeva il sopravvento sul calore di un timido sole invernale.

Il secondo tempo è la fotocopia esatta del primo. Sebbene gli Azzurri siano rientrati in campo con più motivazione, ogni tentativo è stato smorzato dagli All Blacks che hanno continuato a segnare e a dare spettacolo ogni qualvolta si sono affacciati nei 22 metri dei padroni di casa.

A 13 minuti dallo scadere della partita un intercetto di Gori porta in meta gli azzurri, realizzata da Tommaso Boni e trasformata da Allan, spostando il punteggio sul 54-10. Gli ultimi 10 minuti l’intensità non si abbassa e arrivano le ultime due mete della partita sempre neozelandesi che fissano il risultato finale sul 68-10.

Il prossimo appuntamento con i Cariparma Test Match è sabato prossimo a Firenze, dove l’Italia ospiterà il Sud Africa in un incontro sulla carta più agevole ma altrettanto proibitivo. La storia passata anche in questo caso non ci aiuta: mai abbiamo superato gli Springboks, che abbiamo cominciato ad incontrare soltanto da una ventina d’anni, da quando cioè cadde l’embargo contro la formazione africana per motivi raziali. In 12 incontri 12 sconfitte, l’ultima delle quali nel 2015 a Roma 22-6. Prepariamoci ad un’altra giornata di passione.

Francesco Sterlini

schermata-2016-11-13-alle-08-10-27

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.