TREVISO – Al termine della seduta di allenamento svolta nella giornata di ieri, lo staff tecnico della Nazionale Under 18 guidato da Roberto Santamaria ha ufficializzato il XV che affronterà i pari età irlandesi nel match in programma sabato 30 ottobre, allo Stadio Monigo di Treviso con kick-off fissato alle 14:30.

I due giorni di lavoro collettivo presso le strutture della Ghirada hanno indirizzato il coach azzurro verso una formazione solida nei primi cinque uomini e dinamica in terza linea, con il trio Gallorini-Brussolo-Di Stefano all’ingaggio e la coppia Mirenzi-Ferrari in seconda. Chiudono il pack il Capitano e Numero 8 Botturi con i due flanker Padoan e Siciliano, mentre la cabina di regia è affidata al mediano Casilio e all’apertura Destro. I due centri Nanni e Bozzo vanno a legare con un triangolo arretrato composto dall’estremo Simoni e dalle due ali Sodo e Bini.

Decisamente eterogeneo l’ambito territoriale di provenienza degli Azzurrini, che tornano in campo con un mix di conferme e volti nuovi dopo la fantastica vittoria in casa inglese dello scorso 22 agosto.

L’accesso allo stadio, gratuito, sarà consentito a partire dalle 13:00 dall’ingresso Numero 1, con presentazione obbligatoria dell’apposito modulo di autocerticazione (disponibile CLICCANDO QUI) ed in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa Green Pass (art. 9, comma 2 del D.L. 52/2021, convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n. 87), da cui sono esclusi i minori di 12 anni ed i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Italiana la direzione arbitrale, che vede Alex Frasson a capo della terna completata dagli assistenti  Filippo Russo e Alberto Favaro. Quarto Uomo Giovanni Garro.

Il match sarà trasmesso in diretta sui canali web e social della Federazione Italiana Rugby con telecronaca affidata alla voce di Simone Varrroto

Italia Under 18, la formazione ufficializzata:

15 Tommaso SIMONI (Valpolicella Rugby)
14 Leonardo Antonio SODO (S.S. Lazio Rugby 1927)
13 Nicola BOZZO (Sedbergh School)
12 Lorenzo NANNI (Livorno Rugby)
11 Francesco BINI (Florentia Rugby)
10 Samuele Romeo DESTRO (Verona Rugby)
9 Lorenzo CASILIO (Wasps Academy)
8 Jacopo BOTTURI (Rugby Transvecta Calvisano – Capitano)
7 Vittorio PADOAN (Benetton Rugby)
6 Valerio SICILIANO (Unione Rugby Capitolina)
5 Tommaso FERRARI (Unione Rugby Capitolina)
4 Samuele MIRENZI (VII Rugby Torino)
3 Marcos Francesco GALLORINI (Vasari Junior Arezzo)
2 Enrico BRUSSOLO (Rugby San Donà)
1 Alessandro DI STEFANO (Rugby Experience L’Aquila)

A disposizione: 16 Nicholas GASPERINI (Rugby Perugia), 17 Andrea FRATTOLILLO (Petrarca Rugby), 18 Davide ASCARI (HBS Colorno), 19 Matteo PALUMBO (Amatori Rugby Genova), 20 Tommaso TONETTA (Verona Rugby), 21 Filippo RUSSI (Rugby Udine Union F.V.G.), 22 Matteo BIANCO (S.S. Lazio Rugby 1927), 23 Riccardo Maria CREPALDI (Benetton Rugby), 25 Marco SCALABRIN (Rugby Riviera 1975), 26 Lorenzo MORINI (Rugby Transvecta Calvisano), 30 Francesco IMBERTI (Cus Torino).

Irlanda Under 18, la formazione:

  1. Ethan Graham (Monaghan RFC/Ulster)
  2. Hugh Gavin (Galwegians RFC/Connacht)
  3. Charlie Sheridan (Naas RFC/Leinster)
  4. Michael Burnett (City of Armagh RFC/Ulster)
  5. Sean Fox (Corinthians RFC/Connacht)
  6. Tom Larke (Old Wesley RFC/Leinster)
  7. Kyle Read (Midleton RFC/Munster)
  8. Oisin Lynch (Boyne RFC/Leinster)
  9. Niall O’Hanlon (Athy RFC/Leinster)
  10. Charlie Byrne (Buccaneers RFC/Connacht)
  11. James O’Loughlin (Naas RFC/Leinster)(Captain)
  12. Jarlath Gleeson (London Irish/IQ Rugby)
  13. Paddy Jones (Sale/IQ Rugby)
  14. Sean Edogbo (Cobh Pirates RFC/Munster)
  15. Grant Palmer (Wexford Wanderers RFC/Leinster)

A disposizione: 16. Sam Green (Malone RFC/Ulster), 17. Sean Hopkins (Ballina RFC/Connacht), 18. Adam Deay (Tullow RFC/Leinster), 19. Donagh McCarrick (Coolmine RFC/Leinster), 20. Niklas Moelders (Wicklow RFC/Leinster), 21. Andrew Doyle (Athy RFC/Leinster), 22. Senan Phelan (St Marys RFC/Leinster), 23. David Donohue (Landsdowne FC/Leinster), 24. Kieran Kennedy (Waterford City RFC/Leinster).

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta