Roma – Italia vs All Blacks ci siamo! Seicentoventitrè giorni. Tanto a lungo è durato il distacco tra la Nazionale Italiana Rugby ed i suoi appassionati imposto dalla pandemia. Sabato 6 novembre alle ore 14, venti mesi dopo la partita interna contro la Scozia nel Sei Nazioni, l’Olimpico di Roma tornerà ad essere la casa degli Azzurri dell’Italrugby per la sfida simbolo dell’autunno internazionale, quella contro gli All Blacks tre volte campioni del mondo.

Nell’occasione, la casa dello sport italiano ed il pubblico sugli spalti avranno l’opportunità di salutare e rendere omaggio ad alcuni dei protagonisti della straordinaria estate azzurra a cinque cerchi prima del calcio d’inizio di Italia v Nuova Zelanda.

Nel frattempo ha parlato della sfida il flanker degli All Blacks Ardie Savea che non ha dimenticato la sfida dell’Olimpico del 2018, ultimo confronto diretto con gli Azzurri prima dello 0-0 a tavolino della RWC 2019.

Il terza linea degli Hurricanes e della Nuova Zelanda, cinquantasei apparizioni con la maglia nera, ha ricordato la gara del 2018 contro gli Azzurri a Roma nel primo incontro con la stampa dopo lo sbarco dei tre volti Campioni del Mondo nella Capitale.

Nonostante la Nuova Zelanda sia, insieme a Inghilterra e Australia, una delle tre Nazionali Tier 1 a non essere mai stata battuta dall’Italia, Savea ha ricordato ai media le difficoltà incontrare in particolare proprio in terza line contro gli Azzurri, raccomandando dall’alto della propria esperienza di non concedere sconti al pack italiano, al debutto sotto la gestione di Kieran Crowley: “Se sottovalutiamo l’Italia sarà un lungo pomeriggio per noi. Conosciamo quale sia la loro fisicità, e ricordo chiaramente che l’ultima volta la loro terza linea ci ha messo in difficoltà ed ha finito per dominarci. Non prendiamo questa gara alla leggera” ha detto Savea.

Con la netta vittoria colta in Galles gli All Blacks sono tornati al primo posto del ranking World Rugby, scavalcando il Sudafrica Campione del Mondo in carica, e sono ampiamente favoriti per la loro quarta uscita di sempre sul prato dell’Olimpico: “Contro il Galles volevamo concentrarci sulle sulle basi del nostro gioco e credo che siamo riusciti nell’intento. Concediamo ancora qualche punizione evitabile, ma è qualcosa che possiamo gestire. I giovani stanno facendo molto bene, si allenano seriamente e stanno imparando: qualcosa che poi ha riscontro sul campo da gioco”.

Stamattina gli All Blacks si sono allenati al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma in preparazione al test delle Autumn Nations Series di sabato: giovedì alle ore 12 italiane è previsto l’annuncio del XV neozelandese da parte del capo allenatore Ian Foster.

Le medaglie di Tokyo 2020 presenti sabato a Italia v Nuova Zelanda:

Giochi Olimpici
Eseosa Desalu – oro 4x100m (atletica)
Luca Curatoli – argento sciabola femminile a squadre (scherma)
Manuel Frigo – argento 4×100 maschile stile libero (nuoto)
Manfredi Rizza – argento K1 200m (canoa)
Alberta Santuccio – bronzo spada femminile a squadre (scherma)
Martina Batini – bronzo fioretto femminile a squadre (scherma)
Nino Pizzolato – bronzo 81kg (sollevamento pesi)
Matteo Castaldo – bronzo quattro senza (Canottaggio)
Maria Centracchio – bronzo -63kg (Judo)
Odette Juffrida – bronzo 52kg (Judo)
Viviana Bottaro – bronzo kata (Karate)
Lucilla Boari – bronzo (tiro con l’arco)
Manfredi Rizza – argento K1 200m (canoa)

Giochi Paralimpici
Stefano Raimondi – 1 oro, 4 argenti, 2 bronzi SB9/S10/SM10 (nuoto)
Alessia Scortechini – oro 4×100 stile libero 34 punti (nuoto)
Monica Contraffatto – bronzo 100m T63 (Atletica)
Riccardo Menciotti – bronzo 100m 4x100m mista (nuoto)

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta