Junior Cup di Suhl, Miotto e Palmucci d’oro, Idone d’argento

Grande prestazione per gli azzurrini nella manifestazione internazionale in Germania. Oltre ai 2 ori e 1 argento nelle prove individuali gli azzurrini sbaragliano centrando anche un oro e due argenti a squadre

Junior Cup di Suhl, Miotto e Palmucci d’oro, Idone d’argento

Uno spettacolo pirotecnico di medaglie ha chiuso la Junior Cup di Suhl (GER). Nelle gare conclusive dell’ultima tappa del circuito internazionale giovanile di quest’anno, ovvero quelle di Skeet e Fossa Olimpica maschile, l’Italia ha fatto scuola facendo incetta di allori.

Il risultato più importante è stato quello che gli azzurrini hanno concretizzato nella Fossa Olimpica. Nell’individuale la lotta per il vertice del podio è stata tutta azzurra. Protagonisti Luca Miotto (Fiamme Oro) di Ciliverghe (BS) e Francesco Idone (Fiamme Oro) di Villa Sna Giovanni (RC),  che nel duello decisivo non hanno risparmiato energie. Piattello dopo piattello i due hanno dimostrato di volere fortemente la medaglia più preziosa che, alla fine, è andata al bresciano con il punteggio di 14 a 13, che ha bissato il primato anche nella classifica a squadre meritandosi l’oro insieme ai compagni Andrea Boeri (Carabinieri) di Casarza Ligure (GE) e Alberto Belluzzo di Pravisdomini (PN) con i totale di 350/375. Bis d’argento anche per Idone, che con Alessio Franquillo (Forestale) di Cannaiola (PG) e Simone D’Ambrosio (Fiamme Oro) di Crispano (NA) ha occupato la piazza d’onore con il totale di 348.

Eccellente anche il bottino dello Skeet Maschile. A salire sul gradino più alto del podio individuale è stato Valerio Palmucci (Fiamme Oro) di Fiano Romano (RM). Migliore in qualificazione con lo score di 122/125, il romano ha proseguito la sua cavalcata verso l’oro con un quasi perfetto 15/16 in semifinale ed un immacolato 16/16 nel gold match contro l’americano Philip Russell Jungman, secondo con 13. Giù dal podio per un soffio Cristian Ciccotti (Forestale) di Roma. Purtroppo per lui, l’indiano Anant Jeer Singh Naruka ha approfittato dei suoi 4 zeri e si è preso il bronzo con un netto 15 a 12. In ogni caso, a consolare Ciccotti ci ha pensato l’argento a squadre centrato con l’aiuto dei compagni Erik Pittini di Piola di Sutrio (UD) e Lorenzo Merlo Fiorillo (Forestale) di Alife (CE), arrivati al totale di 354.

“Anche in questa occasione abbiamo dimostrato di avere un Settore Giovanile in ottima salute – ha commentato il Coordinatore Alberto Di Santolo – La Federazione investe molto sui giovani ed in frutti sono molto positivi. Come già accaduto in passato, questi giovani potranno rappresentare la linfa vitale per le future squadre Senior”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.