Kasparov cittadino croato punta alla presidenza FIDE

Kasparov cittadino croato punta alla presidenza FIDE

Garry Kasparov FIDEDopo quasi un anno da apolide, Garry Kasparov, forse il più forte campione di scacchi della storia, trova una nuova patria.  Dopo che il suo passaporto russo era scaduto da un anno e non più rinnovato perché per farlo avrebbe dovuto tornare in Russia, con il rischio di essere arrestato a causa della partecipazione alle manifestazioni anti-Putin, Kasparov ha trovato finalmente un paese disposto ad accoglierlo: la Croazia.
La concessione della cittadinanza da parte della Croazia gli risolve il problema del passaporto e nello stesso tempo gli permette di candidarsi ufficialmente per la Presidenza della Federazione Mondiale, la FIDE (Federation Internationale des Echecs) dove Kasparov cercherà di scalzare il calmucco Kirsan Ilyumjinov che ne è presidente dal 1995; le elezioni sono previste nel prossimo agosto a Tromso in Norvegia durante le ‘Olimpiadi’ degli scacchi, ovvero il campionato del mondo a squadre maschile e femminile.
Da notare che Kasparov aveva anche provato a chiedere la cittadinanza alla Lettonia, ma qui gli è stata rifiutata (anche, si dice, per le pressioni dello stesso Putin).
Venendo agli scacchi giocati, segnaliamo che nella graduatoria internazionale a punti della FIDE (la ‘lista elo’) l’attuale campione del mondo, Magnus Carlsen, ha stabilito un nuovo record arrivando a 2881 punti (è la prima volta che viene superato il muro dei 2880 punti), mentre Fabiano Caruana si conferma al quinto posto, preceduto da Aronian, Kramnik e Topalov.
Da lunedì 3 a Erevan (fino al 15 marzo) via al Campionato Europeo individuale. Per l’Italia in gara Danil Dvirny (campione italiano in carica), Sabino Brunello e Marco Codenotti (17 anni, Pisa).

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.