Lodadio argento agli anelli nella World Challenge Cup di Capodistria 2017

Si tratta del primo argento personale per il campione italiano, la seconda medaglia dopo il bronzo agli Europei Juniores del 2010.

Lodadio argento agli anelli nella World Challenge Cup di Capodistria 2017

Marco Lodadio, con 14.550 punti, vince la medaglia d’argento agli anelli alla World Challenge Cup di Capodistria, in Slovenia. Il talento della AS Gin. Civitavecchia –  accompagnato a Koper dal coach Gigi Rocchini –  conferma il piazzamento delle qualifiche migliorando però di mezzo decimo lo score personale dietro al vice campione olimpico di Rio, Artur Zanetti e davanti a Kiu Chong, bronzo con 14.400.

PRIMO ARGENTO – Lodadio, campione italiano assoluto in carica agli anelli,  inaugura così il primo metallo per la sezione di Artistica Maschile nell’albo d’oro FGI del 2017, il primo argento personale in carriera, ovvero la seconda medaglia di specialità nel proprio palmares dopo il bronzo al volteggio degli Europei juniores di Birmingham del 2010.

L’EREDE – Una bella rivincita per il ginnasta  di Frascati che –  dopo aver disputato i continentali di Cluj Napoca ad Aprile  –  oggi, sulla pedana della Bonifika Arena, ha fatto rivivere alla delegazione azzurra l’argento che Matteo Morandi vinse nel 2015 nella stessa competizione sempre in Slovenia, a Lubiana.

“Finalmente sono riuscito ad ottenere questo bellissimo risultato che aspettavo da tempo – racconta a fine match Lodadio – Nell’ultimo periodo mi sono concentrato molto sugli anelli. E con tutto lo staff e il mio allenatore alla fine siamo riusciti a centrare questo meraviglioso argento. Già ieri –prosegue l’azzurro piazzatosi al secondo posto in qualifica – mi ero reso conto che c’erano possibilità di medaglia. E’ bastato rifare bene tutto l’esercizio come il giorno prima. E per fortuna così è stato. Adesso faccio il tifo per Carlo (Macchini, ndr) che domani si gioca la finale alla sbarra. Sul ferro la concorrenza è agguerritissima ma Carlo presenta un ottimo esercizio con una bella nota di partenza. Incrociamo le dita!”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.