Luca Moroni è la sorpresa del Campionato Italiano Scacchi

L’Italia si interroga se ha trovato  l’erede di Caruana. Luca ha superato i più quotati avversari. Buon successo corale dei giocatori lombardi.

Luca Moroni è la sorpresa del Campionato Italiano Scacchi

Ha solo 15 anni (compiuti da 18 giorni), gioca per il club di Ceriano Laghetto, è tra i migliori a scuola, e a sorpresa ha messo in riga tanti quotati campioni nella Semifinale del Campionato Italiano di scacchi disputata a Porto San Giorgio. Luca Moroni già da qualche anno si è imposto all’attenzione come uno dei più promettenti giovani italiani, ma questa volta ha superato ogni previsione: nella Semifinale ha vinto 5 partite e 4 le ha pareggiate, concludendo con mezza lunghezza di vantaggio si secondi.

Una vittoria limpida e netta, ottenuta dimostrando una inattesa maturità; l’Italia potrebbe aver trovato un degno emulo di Fabiano Caruana: sarà quindi interessante vedere Luca all’opera nella Finale scudetto in programma a Milano il prossimo dicembre.

La Semifinale qualificava per il torneo per il titolo italiano cinque giocatori: con Moroni si sono qualificati il lecchese Giulio Borgo (quotato Maestro internazionale che ha già realizzato due volte la percentuale di punti per il massimo titolo di Grande Maestro), il bergamasco Alessio Valsecchi, 23 anni, pure Maestro internazionale, e il ‘senior’ milanese Fabrizio Bellia, anch’egli Maestro internazionale; i tre si sono piazzati ex aequo distanziati di mezza lunghezza da Moroni. Quattro lombardi quindi in Finale, per la quale è già qualificato – in quanto terzo lo scorso anno – il milanese Alberto David.

Per il quinto posto è stato necessario ricorrere allo spareggio tecnico tra quattro giocatori: l’ha spuntata il romano Alessandro Bove, 28 anni, che da tempo inseguiva questo traguardo e che ha relegato al sesto posto il principale favorito della vigilia, Alessio Ortega, ‘Grande Maestro’ e allenatore della nazionale azzurra, che quindi non si è qualificato per la Finale.

A Porto San Giorgio sono stati giocati anche i campionati italiani di categoria, che hanno messo in evidenza diversi altri giovani e alcune ragazze.

Il campionato Candidati Maestri  è stato vinto dal sedicenne romano Andrea Manfroi che ha preceduto per spareggio tecnico  il barlettano Savino Lattanzio. A mezzo punto terzo Alessandro Balzan (Tv) quarta la ex campionessa italiana Roberta Messina che ha disputato un ottimo torneo (così come la triestina Giulia Tonel) quinto Gianbattista Insabato (Pa) e sesto Gabriele Beccaris (At).

Nel Prima nazionale vince Francesco Tortolini (Pg) con 6.5, staccando di mezzo punto Luca Rotolante (Aq) Alessio Ricci (An) ed Enrico Cerere (An).

Dominio femminile nel campionato di Seconda nazionale: vince Marianna Colasante di Chieti (16 anni) davanti a Virginia Pizzicotti (An, 15 anni), terzo Leonardo Magri (Mn).

Nel Terza nazionale lo scudetto è andato a Raffaele Dentale (Fe) che precede Gabriele Dimarcantonio (Te) e Matteo Lattanzi (Mc).

Tra gli NC vince Francesco Marino (An, 14 anni) poi per spareggio tecnico secondo Andrea Corradetti (To) terzo Rodolfo Nasini (Mc) e quarta Alessandra Bossoni (Mi, 14 anni).

Adolivio Capece (ufficio stampa FSI)

Sito per i risultati completi  www.scacchirandagi.com 

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.