Lukas Osele e Kevin Strobl nella storia del badminton azzurro

Medaglia di bronzo nel doppio maschile ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018, prima storica medaglia in un evento multidisciplinare per il Badminton italiano.

Lukas Osele e Kevin Strobl nella storia del badminton azzurro

Lukas Osele e Kevin Strobl sono nella storia: con uno strepitoso match al cardiopalma hanno conquistato la vittoria e la medaglia di Bronzo nel doppio maschile ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018, prima storica medaglia in un evento multidisciplinare per il Badminton italiano.

Quarantacinque minuti di partita hanno tenuto un intero movimento con il fiato sospeso. Eppure l’inizio dei due azzurri non era stato dei migliori, per gli azzurri che con la pressione addosso non sono riusciti a frenare i portoghesi Duarte Anjo e Bernardo Atilano, bravi a chiudere il parziale con il punteggio di 21-9. Rotto il ghiaccio Osele e Strobl hanno cambiato registro e nel secondo set hanno lottato alla pari con gli avversari segnando l’allungo decisivo sul finale di parziale chiuso per 21-18.

La partita si è quindi decisa al terzo set dove gli azzurri, dopo essere stati sotto di un punto sul 5-4, sono stati abili a recuperare sorpassando i portoghesi e andando a chiudere un incredibile match con il punteggio di 21-17.

“Una medaglia storica? Siamo contenti di aver vinto la prima medaglia del Badminton italiano – ha dichiarato Strobl al termine della finale – Il nostro sogno? Andare alle Olimpiadi”. Osele ha ripercorso le varie fasi di questa impresa: “Già la prima partita è stata significativa ed è andata molto bene perché abbiamo battuto la coppia numero uno della Spagna. Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto oggi.”

“Eravamo tutti molto tesi – le parole del direttore tecnico Arturo Ruiz – sentivamo che poteva accadere qualcosa di importante e per questo nel primo set i ragazzi hanno giocato d’impulso, non scegliendo le giuste traiettorie. Poi sono riusciti a mettere ordine e la differenza tecnica ci ha consentito di raggiungere un traguardo importante che deve dare fiducia a tutto il movimento. Voglio ringraziare tutto lo staff per il grande lavoro e il consiglio federale per la fiducia riposta nel progetto tecnico che parte dai giovani per raggiungere l’alto livello. Da oggi possiamo pensare al futuro con grande determinazione: la strada che stiamo percorrendo è quella giusta per raggiungere risultati importanti”.

Please follow and like us:

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.