Magnus Carlsen Invitational – Nakamura supera Caruana e vola in finale

Ieri ha superato in "drammatico" incontro il connazionale Fabiano Caruana, confermandosi il migliore, almeno per quanto riguarda gli USA, giocatore di partite veloci. Oggi semifinale tra Ding Liren e Magnus Carlsen

Magnus Carlsen Invitational – Nakamura supera Caruana e vola in finale

E’ “monkey” Nakamura il primo finalista del Magnus Carlsen Invitational. Ieri ha superato in “drammatico” incontro il connazionale Fabiano Caruana, confermandosi il migliore, almeno per quanto riguarda gli USA, giocatore di partite veloci.

Lo scontro tra i due si è risolto allo spareggio blitz, dopo che le quattro rapid erano terminate in parità con due patte e una vittoria a testa. Lo svolgimento dell’incontro ha entusiasmato spettatori e commentatori. Dopo due patte, Nakamura porta a casa il terzo incontro pur giocando con il nero. La svolta alla 24 mossa di una partita di Gioco Piano (una delle partite più giocate nella storia degli scacchi caratterizzata dall’apertura di re). Caruana invece di veleggiare verso una tranquilla patta, prova Dc2. Risponde Nakamura con il Ch4 e il nero si ritrova in breve in una posizione migliore e porta a casa il punto pieno.

Riguardo la scelta di non giocare per la patta, il GM Grischuk nel commentare la mossa ha citato un adagio inglese: “la discrezione è la parte migliore del valore”. Ma questo detto non si poteva più adattare a Fabiano che nella quarta partita era costretto a vincere per poter riequilibrare le sorti dell’incontro. E così è stato. Fabiano conduce Nakamura in una est indiana che non ha mai digerito e forza, rischiando, l’attacco nel lato di re.

Per Carlsen la 31^ mossa di Nakamura mostra evidenti segni di nervosismo, ritenendola non all’altezza. Alla 48^ Caruana sacrifica l’alfiere per entrare nello schieramento avversario. Di li a poco la capitolazione di Monkey.

“Avevo giocato bene fino alla terza partita. Quando tutto sembrava girare per il meglio, ho perso la tranquillità” dirà Nakamura in conferenza stampa.

Dal punto di vista psicologico i due entrano nel primo spareggio blitz con morali contrapposti: alle stelle quello dell’italo americano, sotto i tacchi per Hikaru. Ma non è finita.

Nella prima partita blitz Caruana è con il bianco. Il match fila via in equilibrio, ma pende a favore del nero quando Fabiano si trova in debito di tempo, scendendo sotto i 30″.

Nella seconda partita il “miracolo” della est indiana non riesce. Nakamura gioca tranquillo, dopo aver recuperato un po’ della sua fiducia e nonostante alcune mosse dubbie (in realtà da parte di entrambi) porta a casa la finale. Alla fine Caruana dirà: “Ero quasi riuscito nell’impresa di recuperare… peccato l’errore nell’ultima partita, ma mi sono divertito. In bocca al lupo a Hikaru per la finale.”

Oggi si sfidano nell’altra semifinale Liren contro Carlsen.

Segui la diretta live

 

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.