Mario Scarzella rieletto per la quarta volta alla guida della FitArco

Mario Scarzella rieletto per la quarta volta alla guida della FitArco

Un momento dell’Assemblea di Montecatini della FitArco che ha rieletto Mario Scarzella alla presidenza

Continuano le elezioni federali in previsione della più attesa del presidente CONI e, in barba ad ogni concetto di rottamazione, la percentuale dei presidenti riconfermati, anche dopo il fatidico secondo mandato, continua a crescere. Domenica 2 dicembre è toccato a Mario Scarzella essere rieletto per il quarto mandato consecutivo alla presidenza della FitArco (Federazione Italiana Tiro con l’Arco). Il comunicato stampa parla di plebiscito (94%) ;  essendo candidato unico era difficile fare meglio, ma anche peggio. Comunque il fatto che dopo 12 anni il presidente Scarsella non abbia trovato un avversario ha un valore politico che va oltre la % dei voti conquistati. Significa che il lavoro realizzato in questi anni ha riscosso l’apprezzamento complessivo del movimento. Del resto dal 1996 (Olimpiadi di Atlanta) l’Arco azzurro è una delle Federazioni che porta a casa sempre una medaglia, d’oro nel caso di Atene e Londra. Al punto che il nostro paese è al terzo posto nella classifica per medaglie vinte da quando la specialità è stata reintrodotta nel programma olimpico (Monaco 1972). Se si fanno i conti è facile scoprire che buona parte dei successi azzurri sono venuti nell’era Scarzella, che si è contraddistinta anche per una politica accorta e senza particolari chiacchiere.
Mario Scarzella è confermato per il quarto mandato consecutivo numero uno della Fitarco grazie a 36.753 voti su 39.062, ovvero il 94%. “Voglio ringraziare innanzitutto il Consiglio federale uscente – ha detto Scarzella appena eletto – per il lavoro svolto in questo quadriennio. Un grazie particolare anche a tutta la base che ha dimostrato grande attaccamento alla nostra disciplina e la grande affluenza qui a Montecatini ne è una dimostrazione lampante. Ma voglio ringraziare soprattutto tutti gli arcieri che, grazie ai loro successi, hanno reso grande la nostra Federazione”.
“Mi accingo a vivere il mio quarto mandato da presidente nel segno della continuità ma allo stesso tempo abbiamo bisogno di sviluppare e dedicare ogni energia al settore giovanile e ai progetti che ci permetteranno di crescere ancora e provare a mantenere gli standard raggiunti con medaglie olimpiche raccolte da ben cinque edizioni dei Giochi consecutive”.
In tema di elezioni CONI, Scarzella, sulla scia di molti alti presidenti riconfermati, ha espresso il suo personale endorsement per Pagnozzi: “Rivolgo il mio in bocca al lupo a entrambi i candidati alla presidenza. Nel segno della continuità, però, sarò lieto di supportare l’attuale segretario generale del Coni, Lello Pagnozzi, che sono certo abbia le qualità e l’esperienza per guidare lo sport italiano verso nuove sfide e nuovi successi”.
L’Assemblea di Montecatini Terme ha anche provveduto a “battezzare” la carriera politica di Oscar De Pellegrin, icona dello sport paralimpico e che da poco ha abbandonato l’attività agonistica. Avevamo ipotizzato un suo coinvolgimento in attività dirigenziali nel CIP. La FitArco ci ha preso in contropiede. Al neo consigliere e a tutto il CF, come anche al presidente Scarzella, gli auguri di buon lavoro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.