Matteo Bernini è campione italiano di Dama variante inglese

Ricordiamo che nella Dama la ‘variante inglese’ differisce dal gioco tradizionale nostrano (la dama ‘variante italiana) in particolare per il fatto che la pedina può catturare la dama.

0

Il livornese Matteo Bernini, confermando le previsioni della vigilia, conquista lo scudetto della Dama “variante inglese” nel campionato disputato a Roma ‘in presenza’. Al secondo posto il valdostano Paolo Faleo, terzo il romano Roberto Cartella

Bernini nel prossimo settembre dovrebbe (virus permettendo) volare negli Stati Uniti per giocare la finale del campionato del mondo contro il sudafricano Lubabalo Kondlo, detentore dell’alloro iridato.

Tra i protagonisti della due giorni anche due giovanissime ‘regine della dama’ di Latina, Giorgia Senesi e Linda Piccinini, di 11 e 10 anni (!!) che di recente a Milano hanno conquistato il titolo italiano della dama su 100 caselle (dama internazionale).

Ricordiamo che nella Dama la ‘variante inglese’ differisce dal gioco tradizionale nostrano (la dama ‘variante italiana) in particolare per il fatto che la pedina può catturare la dama. Inoltre la damiera va posta con la casella bianca in basso a destra del giocatore (al contrario di quanto avviene nel gioco italiano) ma le pedine restano sulle caselle nere, per cui si ha un ribaltamento delle strategie di gioco.

Il gioco della dama prevede diverse ‘varianti’ o ‘specialità’: si può fare un parallelo con il nuoto, dove ci sono diversi stili: libero, rana, farfalla, dorso; si nuota sempre nell’acqua della medesima piscina, sono diversi i movimenti di braccia e gambe.

Nella dama la differenza è data soprattutto dalle ‘regole di presa’, più o meno restrittive, tenendo presente che in tutte le ‘varianti’ la presa è comunque sempre obbligatoria e che il ‘soffio’ è stato abolito in tutto il mondo (e quindi in tutte le varianti di gioco) dal 1934. Un’altra differenza sostanziale è che in alcune varianti la pedina può catturare la dama (spesso impropriamente definita “il damone”).

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta