Milano Saremo: con Alaphilippe i francesi ancora protagonisti

Nelle ultime quattro edizioni della corsa dei fiori i corridori francesi hanno vinto due volte e due volte sono saliti sul podio. Bene anche Trentin e Nibali.

Milano Saremo: con Alaphilippe i francesi ancora protagonisti

Sanremo non è molto lontano dalla Francia. Ce ne siamo resi conto ieri con lo stupendo finale che ha regalato il successo al favorito principale della vigilia: Julian Alaphilippe, al settimo centro in questo inizio di stagione; la sua prima classica monumento.

La Francia non è così lontana, dicevamo, non solo per merito del baffo ancient di Julian, ma anche perché, ridendo e scherzando, negli ultimi anni i transalpini sono tornati ad essere protagonisti nella Classicissima di Primavera. Dal 2016 salgono sempre sul podio. Vittoria di Démare, terzo posto di Alaphilippe, dello stesso Démare e poi il successo di ieri. Non avranno ancora il corridore in grado di vincere un grande giro (in attesa della maturazione completa di Pinot), ma per quanto riguarda le corse di un giorno sembrano tornati i fasti di Fignon e Jalabert.

Qualcuno ha detto che questa Sanremo è stata noiosa. Noi crediamo il contrario. Non si può sempre sperare nel colpo di Vincenzo Nibali, ma anche quando non vincono gli italiani sono tornati protagonisti. Matteo Trentin era lì, sul poggio ed in discesa. Si sapeva battuto in volata, ha tentato a due chilometri dalla conclusione. Nel gruppo dei migliori anche Valverde, Sagan, Kwiatowsky, Nibali. Insomma proprio tutti, tranne forse Elia Viviani e Gaviria. Il poggio resta per i due velocisti ancora indigesto. La stagione è lunga, ci sono ancora corse per prendersi la rivincita, a cominciare dai toboga del nord. Mangia e bevi, come si diceva un tempo. Che poi rende bene l’idea e disegna idealmente i contorni di una corsa moderna: non troppo difficile ma neanche facile. Veloce e tecnica, per campioni, non per carnadi dell’ultima ora. E a proposito di Carneade, ci chiediamo, visto il secondo posto conquistato da Naesen, se sia capitato lì per caso oppure ci dobbiamo attendere l’ennesimo talento belga. I quasi 300 chilometri della Sanremo sono troppo impegnativi per non tenerlo in considerazione anche nelle prossime classiche del Nord… tra l’altro proprio a casa sua.

Abbonati qui a Express VPN, aiuti a finanziare Sport24h.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.