Minsk2019 Ritmica all around, Dina Averina oro, l’Agiurgiuculese è 4^

L’azzurra Alexandra Agiurgiuculese parte in quarta. Esordio prestigioso ai piedi del podio e quattro finali di specialità per domani, insieme alle Farfalle.

Minsk2019 Ritmica all around, Dina Averina oro, l’Agiurgiuculese è 4^

L’aviere dell’Aeronautica militare Alexandra Agiurgiuculese chiude al quarto posto nel concorso generale individuale dei Giochi Europei, in corso a Minsk, in Bielorussia. La ginnasta di origini rumene, allenata da Spela Dragas presso l’ASU di Udine, ha aperto il programma per prima con il cerchio – 20.000 (D. 11.700 – E. 8.300) – e dopo due buone esecuzioni con palla – 19.700 (D. 11.200 – E. 8.500) – e clavette – 19.600 (D. 11.100 – E. 8.500) – ha chiosato con il secondo miglior nastro di giornata – 18.650 (D. 10.500 – E. 8.150) – mettendo insieme, alla fine, il punteggio complessivo di 77.950. La diciottenne azzurra, fresca campionessa italiana assoluta (ha conquistato il titolo il primo giugno a Torino) conclude con un piazzamento di prestigioso sulla Road to Tokyo 2020, dopo l’oro ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona e il bronzo alla palla ai mondiali di Sofia del 2018 (risultato che la FGI non centrava da 27 anni) e si qualifica per tutte e quattro le finali di specialità di domani (6ª al cerchio, 4ª alla palla, 6ª alle clavette e 2ª al nastro).

La medaglia d’oro all-around, la prima messa in palio dalla rassegna del COE per la ginnastica va alla due volte campionessa iridata Dina Averina, che, dopo un avvincente testa a testa con Linoy Ashram, con il personale di 87.750 raccoglie il testimone della connazionale Yana Kudryasheva, vincitrice a Baku nel 2015. Seconda l’israeliana che dopo essere stata al comando per tre quarti di gara perde due volte il nastro, proprio all’ultimo giro, e con 84.700 deve accontentarsi della piazza d’onore. L’impressione comunque è che la vice campionessa del mondo darà del filo da torcere in Giappone alle gemelline allenate da Madam Viner. Terzo posto per l’idolo di casa, Katsiaryna Halkina, che festeggia davanti al proprio pubblico con il personale di 79.300. La 22enne di Minsk, dopo una partenza in sordina a palla e nastro, ha completato la sua rincorsa sulla nostra Agiurgiuculese, proprio nell’ultima rotazione, al cerchio. Alti e bassi dell’ucraina Vlada Nikolchenko che alla fine chiude quinta con 77.875, a meno di un decimo di punto dall’italiana. Sottotono anche la bulgara Katrin Taseva (77.250) e la georgiana Salomè Pazhava (71.950, pari merito con la rumena Verdes), distante dalla prestigiosa quinta piazza di quattro anni fa sulle rive del Caspio. Domani, oltre alle “final six” individuali per attrezzo, scenderanno in pedana le squadre. La Maurelli e compagne concluderanno entrambe le routine dell’ottetto dei gruppi, dopo, nell’ordine, Bielorussia, Spagna, Ucraina, Azerbaijan, Estonia, Bulgaria e Russia. Dai due esercizi scaturiranno direttamente sia la classifica generale, sia quelle delle 5 palle e dei 3 cerchi e 4 clavette, per le assegnazione dei relativi tre podi.

(Foto Simone Ferraro / FGI)

Classifica All-Around Individuale
1 AVERINA DINA RUS 87.750
2 ASHRAM LINOY ISR 84.700
3 HALKINA KATSIARYNA BLR 79.300
4 AGIURGIUCULESE ALEXANDRA ITA 77.950
5 NIKOLCHENKO VLADA UKR 77.875
6 TASEVA KATRIN BUL 77.250
7 KELAIDITI ELENI GRE 74.375
8 AGHAMIROVA ZOHRA AZE 72.400
9 VERDES ANDREEA ROU 71.950
10 PAZHAVA SALOME GEO 71.950
11 RUPRECHT NICOL AUT 70.000
12 PIGNICZKI FANNI HUN 65.850

Abbonati qui a Express VPN, aiuti a finanziare Sport24h.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.