Mondiale di Elica 2015: è il momento di Mattia Pavan

Il diciassettenne di Treviso è il nuovo Campione del Mondo assoluto; ha messo in riga tutti i 166 partecipanti iscritti alla competizione organizzata dal Tav Vecio Piave.

Mondiale di Elica 2015: è il momento di Mattia Pavan

Il mondiale di Elica 2015 ha incoronato come re assoluto il giovanissimo Mattia Pavan, diciassette anni di Treviso, neo Campione del Mondo Open dopo una gara appassionante in cui, elica dopo elica, ha messo in riga tutti i 166 partecipanti iscritti alla competizione organizzata dal Tav Vecio Piave del Presidente Salvatore Coppiello. Ad insediare il cammino del veneto verso la medaglia d’oro ci hanno provato il bergamasco Patrizio Battaglia di Mozzo e il toscano Andrea Martignoni di Collesalvetti (LI), arrivati come lui a quota 27 punti. Il primo a cedere il passo è stato Martignoni, che con +7 nello spareggio si è fermato al terzo posto, mentre Battaglia e Pavan hanno proseguito fino ad arrivare a +9. A questo punto hanno sbagliato entrambi e hanno proseguito il duello con un nuovo spareggio, vinto da Pavan con +1 a +0. Tutto di lingua anglosassone il podio femminile. A salire più in alto è stata la statunitense Mimi Wilfong, unica ad essere arrivata a quota 26 punti, mentre con 24 c’è stato uno spareggio tra l’americana Shea Self e l’inglese Kelly Johnson, vinto dalla prima con +3 a +2.

Tra gli Junior, oltre a Pavan, primo anche in questa qualifica con lo score di 27, il resto del podio è stato occupato dallo statunitense Gavin Scott, argento con 26, e dal Francese Marc Antoine Bertrand, bronzo con 24.

Il predominio azzurro è esploso in tutto il suo vigore nelle classifiche dei Veterani e dei Master. Tra i Veterani l’oro è stato di Battaglia con 27 +9 e l’argento di Martignoni con 27 +7, mentre il bronzo è andato all’americano Michale Higgins con 25; tra i Master l’oro, l’argento ed il bronzo sono stati all’insegna del tricolore, conquistati rispettivamente da Mauro Casalini di Monticello D’Ongina (PC) con 26, Giancarlo Serra di Castelfranco Emilia (MO)  con 25 e da Cristiano Forte di Valdagno (VI) con 23 +2.

A completare il risultato dello squadrone azzurro sono arrivate anche le medaglie a squadre conquistate dai Master, tornati a casa con un bellissimo oro, i tre argenti degli Junior, delle Ladies e dei Veterani, ed il bronzo contrato dai Senior.

Oltre ad essere molto orgoglioso del risultato agonistico concretizzato dai tiratori del CT Sebastiano Molinari – ha commentato il Presidente Federale Luciano Rossi – sono molto soddisfatto di come il Presidente Salvatore Coppiello, il figlio Denis e lo Staff del Tav Vecio Piave hanno organizzato la competizione. Dietro le quinte dell’organizzazione di un Mondiale c’è un universo di adempimenti da seguire con la massima serietà e precisione. Tutto è andato nel migliore dei modi, quindi la macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione. La gara è stata anche occasione di confronto con il Presidente della Federazione Internazionale di Tiro con Armi Sportive e da Caccia Jean Francois Palinkas, con il quale abbiamo parlato di alcune modifiche regolamentari che verranno adottate nel prossimo futuro e della sperimentazione, nel nostro Paese, di nuove discipline”.

L’Italia risponde sempre in maniera molto positiva alle sollecitazioni della FITASC – ha spiegato il Presidente Plainkas durante le premiazioni – Ogni evento internazionale ospitato qui ha sempre avuto un commento positivo da parte dei tiratori di tutto il mondo, sia dal punto di vista agonistico che da quello organizzativo. Per questo mi complimento con la Federazione e con i Comitati Organizzatori per l’eccellente lavoro”.

Per noi è stato un onore ospitare nel nostro impianto questo Mondiale – ha commentato il Presidente del sodalizio Salvatore Coppiello – Dopo un periodo di grandi difficoltà, che hanno richiesto un impegno enorme, sia economico che organizzativo, siamo riusciti a riprendere la nostra attività e, con questo Mondiale, abbiamo avuto la conferma che la nostra macchina organizzativa funziona bene. Speriamo tutti che ci possano essere altre occasioni come queste, alle quali ci candidiamo sin da ora”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.