Mondiale femminile U19: azzurre battute dal Giappone 69-97

Non può nulla l’Under 19 Femminile contro il Giappone, nel primo impegno della seconda fase del Mondiale. Le azzurre sono state sconfitte 69-97 dal Giappone, che ha tirato dal campo con percentuali impressionanti. Domani si torna in campo per affrontare gli Stati Uniti, ancora imbattuti, alle 16.30 (le 22.30 in Italia): la squadra di Lucchesi affronterà poi nell’ultimo turno la Russia e sarà quella la sfida decisiva per accedere tra le prime otto.
La cronaca – Il buon avvio azzurro porta la firma di Alessandra Formica (9-6), brava a sfruttare i centimetri contro una squadra piccola ma terribilmente veloce: dopo due minuti, però, parte come un treno la macchina giapponese e l’Italia viene travolta. Il Giappone gioca una pallacanestro fulminante, essenziale, che non prevede l’utilizzo di lunghe ma non tiene fermo un secondo il pallone. Lucchesi alterna tutti i tipi di difese ma non c’è niente da fare, la squadra nipponica chiude il primo quarto con 33 punti segnati (a 22), 13/16 dal campo e un pazzesco 6/6 dall’arco dei tre punti.
L’Italia produce punti con facilità ma non riesce ad arginare la furia giapponese neanche nel secondo quarto (46-29) dopo che Maffenini ci aveva riportato a -8 sul 29-37. Come sempre, le azzurre non mollano e reagiscono alla tempesta giapponese, Maffenini, Masoni e poi l’appoggio di Diene valgono il -11 (38-49). Il secondo quarto si chiude sul 51-40 ed è un mezzo miracolo considerato il 7/9 da tre messo insieme dalle nostre avversarie.
Nel terzo quarto è capitan Diene a tenerci in piedi, l’appoggio di Formica ci fa risalire fino al 42-51 ma dopo aver sprecato un paio di conclusioni agevoli le azzurre subiscono un’altra scarica di triple (75-57), la vera chiave della partita a favore del Giappone. A fine terzo quarto la statistica dice 3/15 per noi e 13/18 per le nipponiche, con 7/9 per Takada (27 punti, 31 alla fine). In avvio di quarto periodo, come contro la Russia seppellita sotto 26 punti, il Giappone produce un’altra spaventosa accelerazione e infila altre tre triple in sequenza con Motokawa che tocca quota 20 (83-59 al 34’). Finise con Takada che esce per prendere l’applauso del pubblico e saluta tutti con un inchino. Si torna in campo domani per affrontare gli imbattibili Stati Uniti, il Mondiale è ancora lungo per le azzurre.

Italia-Giappone 69-97 (22-33; 40-51; 57-75)
Italia: Dotto 6, Carangelo 1, Zanin 2, Zanus Fortes, Maffenini 17, Pertile 8, Cigliani 5, Masoni 2, Diene 11, Formica 13, Di Costanzo 4, Di Donato. Coach: Lucchesi.
Giappone: Sezaki, 5 Yakushiji 4, Motokawa 17, Mokij 5, Mozoe, Uchikoshi 2, Watanabe, Ohama, Katsura 9, Takada 31, Uchino 2, Machida 22. Coach: Umezari.

Prima fase
Italia-Egitto 74-56; Italia-Cina 70-64; Italia-Canada 51-75
Classifica
Canada 3-0, Italia 2-1; Cina 1-2; Egitto 0-3.

Seconda fase
25 luglio
Italia-Giappone 69-97

26 luglio
Italia-Stati Uniti ore 16.30 locali (20.30 in Italia)

27 luglio
Italia-Russia ore 11.15 locali (17.15 in Italia)

Girone E
Canada, Stati Uniti 2-0; Giappone 2-1; Italia 1-2; Russia, Cina 0-2.

La formula
Prima fase: gironi all’italiana, le prime tre accedono alla seconda fase. Le 12 promosse vengono divise in due gruppi da sei squadre e si portano dietro i risultati ottenuti contro le squadre già affrontate nella fase precedente, due punti per ogni vittoria. Ogni squadra incontra le tre dell’altro girone (A-B, C-D): al termine le prime quattro accedono ai quarti di finale. A seguire semifinali e finali. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.