Mondiale Rugby U20, sconfitta contro l’Irlanda, adesso ci tocca la Scozia

L’Italia ha ceduto nettamente all’Irlanda nella terza e ultima giornata della Pool B del Mondiale Rugby U20, fermata a Santa Fe sul 38-14.

Mondiale Rugby U20, sconfitta contro l’Irlanda, adesso ci tocca la Scozia

Santa Fe – L’Italia U20 ha ceduto nettamente all’Irlanda nella terza e ultima giornata della Pool B del Mondiale Rugby U20, fermata a Santa Fe sul 38-14. A questo punto gli azzurri di Roselli dovranno battere la Scozia, il 17 giugno, per evitare di scendere nel girone delle ultime (11-14 posto) e rischiare la retrocessione. Sarebbe una tragedia per il già disastrato settore giovanile del rugby italiano.

La cronaca è avara di soddisfazioni per gli azzurri. Racconta di una Irlanda partita sparata e che mette in ghiaccio il risultato già nel primo tempo. Il XV irlandese archivia la pratica nel primo quarto d’ora segnando dapprima con il pilone Milne e poi con il primo centro Foley le mete che mettono i verdi da subito sul piede avanzante. Sotto per 31-0 poco dopo la mezzora, l’Italia sembra destinata ad un pesantissimo passivo.

Il tecnico azzurro con una decisione insolita, anche a questi livelli, prima del termine del primo tempo cambia i primi cinque avanti e le cose cambiano, tra il finale del primo tempo e la ripresa. Riesce a scuotersi e quasi a rientrare in partita, accorciando sul 31-14 in avvio del secondo tempo prima che la quinta meta irlandese, al quarto d’ora del secondo tempo, fissi il risultato sul 38-14. La mossa di Roselli, se da una parte salva parzialmente la faccia, dimostra anche che il tecnico azzurro ha sbagliato la formazione di partenza. Un ulteriore elemento che crea confusione e che rischia di creare tensione in previsione dei prossimi due incontri, determinanti ai fini della permanenza nella Coppa del Mondo che il prossimo anno si svolgerà in Italia. Sarebbe veramente il massimo se non dovessimo esserci.

Come ricordato all’inizio, il 17 ci tocca la Scozia, squadra che abbiamo battuto negli ultimi incontri e che ha perso anche contro la Georgia nel proprio girone di qualificazione. Però il blasone degli higlanders sicuramente non gli permetterà di rischiare la retrocessione.

Irlanda v Italia 38-14

Marcatori: p.t.5’ m. Milne tr. Healy (7-0); 10’ cp. Healy (10-0); 14’ m. Foley tr. Healey (17-0); 32’ m. Allison tr. Healy (24-0); 36’ m. Russell tr. Healey (31-0); 44’ m. Fusco tr. Garbisi (31-7); s.t.1’ m. Italia tr. Garbisi ; 14’ m. Baird tr. Healey (38-14)
Irlanda:Flannery; Kernohan (1’ st. Wren) Turner (cap), Foley (36’ st. Flannery), Russell; Healy, O’Reilly (36’ st. Ryan); Allison, Booth, McCann (18’ st. Clohessy); Baird, Ahern; Milne, McKee, Wycherley (3’ st. Clarkson)
all.McNamara
Italia:Capuozzo; Trulla, Mori, Mazza (5’ st. Bertaccini), Lai; Garbisi (16’ st. Da Re), Fusco; Koffi (38’ pt. Finotto) , Ruggeri (cap), Maurizi (16’ st. Chianucci); Parolo, Stoian (38’ pt. Zambonin); Nocera (38’ pt. Alongi), Taddia (38’ pt. Marinello), Michelini (38’ pt.-38’ st. Drudi)
all.Roselli
arb. Rasivhenge (Sudafrica)

Abbonati qui a Express VPN, aiuti a finanziare Sport24h.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.