Mondiali Artistica a Montreal, finisce l’era di Uchimura

L'Imperatore è costretto al ritiro per infortunio: la sua serie di vittorie si chiude con 2 titoli olimpici e 7 mondiali consecutivi.

Mondiali Artistica a Montreal, finisce l’era di Uchimura

Mondiali di Artistica di Montreal che partono con una grande perdita per il movimento internazionale e sottotono per gli azzurri. Il doppio campione olimpico di Londra e Rio de Janeiro e il sei volte iridato Kohei Uchimura è stato costretto ad abbandonare l’inseguimento al  settimo titolo mondiale consecutivo per un infortunio alla caviglia sinistra accusato durante la qualificazione di lunedì. L’Imperatore ha iniziato la sua gara agli anelli, concludendo poi malamente la prova successiva al volteggio, dove è finito fuori pedana. Tuttavia ha provato ad eseguire la sua prova alle parallele, prima di abbandonare nella rotazione alla sbarra. Il ritiro di Uchimura significa che Montreal 2017 incoronerà, per la prima volta dopo otto anni, un nuovo campione del mondo, nella finale All-around di giovedì. Da Londra 2009 il fenomeno nipponico ha messo in fila una sequenza vincente senza precedenti nella storia nell’Artistica maschile. Con una collezione di 19 titoli mondiali e sette medaglie olimpiche, Kohei era atterrato in Canada anche con l’intenzione di difendere il suo oro alla sbarra, conquistato a Glasgow nel 2015. Il vice campione mondiale all-around, il cubano Manrique Larduet, si conferma, a questo punto, il favorito per l’oro 2017 davanti a Xiao Ruoteng e al russo David Belyavskiy. L’altro giapponese, Kenzo Shirai, e l’argento di Rio 2016, l’ucraino Oleg Verniaiev, completano il quintetto di stelle in corsa per la prima corona del nuovo quadriennio. La finale si disputerà giovedì 5 ottobre a partire dalle 19.00 (orario canadese). La gara sarà trasmessa in diretta da Rai Sport.

Esce di scena mestamente, invece, il gruppo azzurro. Lo specialista agli anelli, Marco Lodadio si deve accontentare del punteggio di 14.566, valido per la 13ª posizione, sfiorando la qualificazione di un decimo e mezzo. Nella seconda rotazione lo specialista del volteggio Andrea Cingolani conclude scarso lo “tsukahara” teso con triplo avvitamento e a terra la successiva ribaltata doppio. La media del 13.199 relega il ventisettenne maceratese in 33^ posizione.

Il romano Lorenzo Galli, l’unico impegnato su tutti gli attrezzi, vanifica una buona gara proprio all’ultimo giro con una caduta al cavallo con maniglie. Il campione italiano assoluto conclude con il totale di 76.499 in 28ª posizione, ad un punto dal 24° posto utile per la finale all-around di giovedì.

Oggi, alle 16.00 (le 22.00 in Italia) farà il suo esordio l’Italdonne guidata da Enrico Casella. Vanessa Ferrari e compagne inizieranno alla trave.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.