Mondiali Badminton, fuori anche Maddaloni

Si è conclusa al primo turno anche l'esperienza di Maddaloni ai Mondiali di Jakarta. Delusione per una disciplina che non riesce a decollare, nonostante le risorse messe a disposizione dal CONI.

Mondiali Badminton, fuori anche Maddaloni

Jakarta – Si è conclusa l’esperienza Azzurra ai BWF Total World Championships con l’uscita al primo turno di Rosario Maddaloni nel singolare maschile. L’atleta Azzurro è riuscito a tenere testa nella prima parte del match contro il numero 13 del seeding, il Cinese di Hong Kong, Hu Yun, che si è imposto in due set (21-15; 21-13).

“E’ stata una buona prestazione visto il livello dell’avversario – racconta Rosario Maddaloni – sono molto soddisfatto perché giocare con il numero 15 del mondo non è facile. Il mio livello è cresciuto ed ora affronto questi top player con migliore disinvoltura. Nella seconda parte del match ho patito la stanchezza dovuta alla debilitazione fisica, che mi ha frenato. Comunque non mi sono mai arreso e anche negli scambi lunghi ho saputo reagire con lucidità. Ringrazio per le belle parole i tecnici Azzurri che mi incoraggiano a continuare con questa mentalità guardando al futuro con fiducia”.

La prematura fine dell’avventura Italiana in questi Campionati del Mondo è stata certamente segnata dal difficile sorteggio, ma gli atleti Azzurri hanno vissuto una forte esperienza che sarà fondamentale per l’intenso periodo che gli aspetta in vista del percorso qualificazione per Rio 2016.

“Sono molto contento del modo con cui ha giocato di Rosario – le parole del Direttore Tecnico Arturo Ruiz – perché non era facile per lui andare in campo così debole dopo due giorni di febbre. Abbiamo visto diversi scambi lunghi, di alto livello e senza sbagli. Rosario ha controllato gli errori non forzati colpendo ogni volano con una mentalità aggressiva. Oggi abbiamo un altro giocatore che può essere un esempio per tutti”.

Riguardo le prestazioni della giornata di ieri Ruiz ha dichiarato: “Jeanine ha fatto una bella partita e possiamo registrare una progressione fisica rispetto a maggio scorso. Dobbiamo continuare il nostro lavoro specifico con lei a Milano e siamo sicuri che i risultati attesi arriveranno. Per quanto riguarda Giovanni che ha giocato il doppio con Rosario, sono contento perché ha dimostrato carattere assumendosi la responsabilità come del resto successe anche a Baku. Lui è molto migliorato in difesa e sta progredendo con l’adeguta mentalità. E’ un doppio che non dobbiamo perdere di vista in prospettiva futura. Dobbiamo essere umili – conclude il DT Ruiz – e continuare con entusiasmo perché sono sicuro che siamo sulla strada giusta. Finito il Campionato del Mondo per noi è tempo di fare una valutazione individuale e di lavorare prima di partire per i futuri appuntamenti con il consueto entusiasmo che contraddistingue tutto il Team”.

I prossimi impegni internazionali per i tre atleti delle GGSS Fiamme Oro, Jeanine Cicognini, Giovanni Greco e Rosario Maddaloni, saranno in Centro America, dove dal 2 al 6 Settembre a Ciudad disputeranno il Guatemala International Challenge mentre dal 9 al 13 Settembre a Cancun scenderanno in campo per il VI International Mexicano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.