Mondiali BMX: nessun azzurro supera le qualificazioni

Oggi, nella giornata finale dei Mondiali BMX a Copenaghen, l’Italia riponeva le sue speranze negli élite Romain Riccardi e Manuel De Vecchi e negli juniores Mattia Furlan e Luca Virdis, ieri promossi dalle qualificazioni a tempo. Purtroppo nessuno è riuscito ad entrare nei quarti di finale. Poco scuse nelle parole del tecnico Laurent: “Gli juniores si sono giocati il passaggio del turno già nella prima batteria, dove hanno commesso l’errore di non saltare il “triplo” sulla prima linea, questo è stato sufficiente per compromettere tutta la loro prestazione. Senza questo errore iniziale avrebbero potuto qualificarsi ai quarti. Per quanto riguarda Manuel De Vecchi, ha fatto il massimo, sempre posizionato nelle prime 4/5 posizioni sulla prima linea, ma non ha saputo contenere poi il rientro degli avversari sulle successive. Romain Riccardi, in recupero dopo l’incidente subito alla Coppa del Mondo Supercross di Papendal, in Olanda, ha faticato ad affrontare la prima linea in velocità e, nonostante abbia tentato poi di recuperare, non ha potuto nulla contro avversari quotati. Dobbiamo essere obbiettivi: gli azzurri al momento sono ancora in forte difficoltà in competizioni di questo livello perché manca l’abitudine al confronto con avversari “aggressivi”, in particolare su questo tipo di partenza olimpica, che speriamo di avere presto anche in Italia proprio per limitare questo “gap”.
Mentre, il Challenge Mondiale, ha visto, nel primo giorno di gare, le azzurrine Camilla Zampese (Girls 14) e Martina Boccardi (Girls 12) conquistare il quinto posto delle rispettive finali. Nella seconda giornata dedicata agli over 14 nessun azzurro è riuscito a imitare l’impresa delle più giovani Camilla e Martina. Nei boys 16 Tommaso Giustacchini è avanzato fino ai quarti di finale, dove però è stato fermato dallo sganciamento del pedale in partenza. I suoi coetanei Nicholas Okoh e Gianluca Nodari, non hanno superato gli ottavi, penalizzati anche dall’assegnazione delle corsie di partenza. Delusa anche Ilaria Giustacchini tra le Grls 15, capitata in una manche di qualificazione proibitiva per il valore delle rivali. Infine, con l’uscita in semifinale di Francesco Gargaglia (Men 25/29) è calato il sipario del challenge. (com stampa)

I PODI MONDIALI
UOMINI JUNIORES: 1. Alfredo Campo (Ecu) in 34.883; 2. Trent Woodcock (Nzl); 3. Antonin Dupire (Fra).
DONNE JUNIORES: 1. Melinda Mcleod (Aus) in 38”828; 2. Abbie Taylor (Gbr); 3. Brooke Crain (Usa)
UOMINI ELITE: 1. Joris Daudet (Fra) in 33”444; 2. Maris Strombergs (Let); 3. Marc Willers (Nzl).
DONNE ELITE: 1. Mariana Pajon (Col) in 37”621; 2. Sarah Walker (Nzl); 3. Magalie Pottier (Fra).

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.