Mondiali canoa slalom Junior e Under 23, due argenti per l’Italia

con Jakob Weger nel K1 under 23 e gli azzurri della squadra junior del K1 Tommaso Fasoli, Davide Ghisetti e Valentin Luther.

Mondiali canoa slalom Junior e Under 23, due argenti per l’Italia

Va in archivio a Hohenlimburg, in Germania, il mondiale junior e under 23 di canoa slalom che passa ora il testimone a Ivrea, località italiana che la settimana prossima ospiterà i campionati tricolori di slalom e discesa, quella successiva la coppa del mondo di canoa slalom e per il 2018 sarà sede proprio del mondiale di canoa slalom junior e under 23.

Un passaggio di testimone nel quale l’Italia saluta il campo gara tedesco con le due medaglie d’argento conquistate da Jakob Weger nel K1 under 23 e dagli azzurri della squadra junior del K1 Tommaso Fasoli, Davide Ghisetti e Valentin Luther.

“Il bilancio di questo mondiale è positivo – spiega Ettore Ivaldi, dt azzurro – si vede il gran lavoro fatto in questi anni a livello giovanile da Paolo Borghi e Matteo Pontarollo, tecnici riconfermati con una logica basata proprio sulla bontà di quanto fatto fin qui. Sono stati tanti i ragazzi capaci di accedere alla semifinale e molti anche gli azzurri in finale; tutti segnali importanti. Per non parlare ovviamente delle medaglie con Weger e la squadra dei K1 junior che si sono espressi in maniera più che positiva. Peccato in alcuni casi per qualche imprecisione di troppo e per la febbre odierna che ha rallentato Raffaello Ivaldi che non è riuscito ad esprimersi al meglio. Ora però guardiamo avanti con i giovani che hanno già la testa proiettata al mondiale 2018 in programma proprio in Italia a Ivrea. Non a caso c’è grande attesa per i prossimi due weekend di spettacolo sulla Dora Baltea e per i raduni al quale prenderanno parte i giovani azzurri; un gruppo andrà in Francia, un altro pagaierà a Praga con l’obiettivo di mettere sessioni di allenamento importanti su canali di spessore”. 

“Sono molto contento della mia performance – ha commentato Jakob dopo l’argento – ho provato a seguire la mia strategia di gara, anche se c’era qualche piccolo errore. Alla fine, però, è andato tutto nel migliore dei modi e sono veramente felice che il lavoro di questi mesi mi abbia fatto raggiungere questo importante risultato.” GUARDA LA GARA 

Una gara condotta con estrema lucidità e freddezza, con i primi due intertempi che già preannunciavano una chiusura da podio. Il migliore fino ai due terzi della discesa, scende con una linea elegante e precisa, in armonia con il tratto di fiume. Insidiosa la porta 25 (ultima del percorso) che il giovanissimo passa con estrema destrezza, piazzandosi subito dietro il talento Leitner, che vanta già la partecipazione alle Olimpiadi di Rio dello scorso anno, dove chiuse in 13° posizione.

Sito ufficiale: http://em2017.holibu.de/en/

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.