Mondiali canoa velocità: il primo pass olimpico è di Manfredi Rizza

Quarta giornata di gare a Szeged, in Ungheria, dove è in corso il Campionato del Mondo di canoa e paracanoa velocità valido come prima prova di qualificazione per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo 2020. 

Mondiali canoa velocità: il primo pass olimpico è di Manfredi Rizza

Quarta giornata di gare a Szeged, in Ungheria, dove è in corso il Campionato del Mondo di canoa e paracanoa velocità valido come prima prova di qualificazione per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Il primo pass olimpico per l’Italia della canoa velocità porta la firma di Manfredi Rizza che conquista la qualificazione per Tokyo 2020 con il K1 200 metri. Nella finale iridata di Szeged l’ingegnere pavese ottiene il quinto posto con il tempo di 33.58, a +0.52 dall’oro britannico Liam Heath (34.86). Argento per la Serbia con Strahinja Stefanovic (345.04), bronzo alla Spagna di Carlo Garrote (35.12).

“Ho sensazioni contrastanti – spiega il canoista dell’Aeronautica Militare –  sono felice di aver qualificato la barca per Tokyo ma sono anche dispiaciuto per non aver ottenuto la medaglia. Ero lì vicino con i primi ma non sono riuscito a ripetere i tempi delle semifinali dove ero stato più veloce. Peccato perché le medaglie erano lì ad un passo ma questo mi servirà da stimolo per fare ancora meglio il prossimo anno”.

Nella finale del K2 500m (distanza non olimpica) Matteo Torneo e Giulio Dressino chiudono all’ottavo posto (1:38.08) nella finale vinta dai bielorussi Danieka/Natynchyk (1:33.13). Completano il podio la Spagna di Roza/Vazquez Llenin (1:33.48) e la Germania di Gross/Hiller (1:34.50).

GLI AZZURRI IN FINALE DOMENICA

Strepitosa la prova di Samuele Burgo e Luca Beccaro nella K2 1000 metri. I due azzurri vincono la loro semifinale fermando il cronometro sul tempo di 3.16.02, il secondo miglior crono assoluto tra le tre prove. Domenica alle 12 scenderanno in acqua alla ricerca di una medaglia e del pass olimpico.

Finale raggiunta anche per Carlo Tacchini nella specialità olimpica del C1 1000 metri. L’atleta piemontese ha ottenuto il terzo tempo nella sua semifinale in 4.01.19  conquistando una corsia per la gara clou di domani alle 12.12.

Anche Nicolae Craciun nel C2 200 si qualifica per la finalissima di domani alle. L’azzurro in un arrivo serratissimo ha ottenuto il terzo tempo della sua semifinale in 40.24.

Semifinale dall’esito amaro per il K4 500 metri di Nicola Ripamonti, Mauro Pra Floriani, Andrea Domenico Di Liberto e Alessandro Gnecchi. L’ammiraglia azzurra nonostante un ottima prova non riesce a staccare il pass per la finale. Quarto tempo in 1.21.60 nella terza semifinale a 26 centesimi dall’ultimo posto utile. Domenica alle 10.38 in programma la finale B.

PARACANOA: L’ITALIA CHIUDE CON 2 MEDAGLIE E 3 CARTE OLIMPICHE

Due medaglie e tre carte olimpiche. Si chiude in modo eccellente il Campionato del Mondo della Paracanoa a Szeged, in Ungheria valido come qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Tre gli azzurri in gara oggi tra cui spicca la medaglia d’argento di Federico Mancarella nel  KL2 200 metri che vale il pass a cinque cerchi per Tokyo. In finale l’atleta del Circolo Canottieri Bologna ha fermato il cronometro sul tempo di 42.50, alle spalle dell’australiano Curtis McGrath (42.35), precedendo il bronzo neozelandese Scott Martlew (43.51). Per il bolognese, quinto alle Paralimpiadi di Rio 2016, si conclude una stagione vissuta da protagonista dopo il bronzo conquistato agli Europei e l’argento in coppa del mondo.

Nell’altra finale in programma sabato Elenora De Paolis (CC Aniene) non è riuscita a conquistare un posto utile per Tokyo nel KL1 200, finendo all’ottavo posto (59.84) nella gara vinta dell’Ucraina Matyna Mazhula (55.99). Argento per la tedesca Edina Mueller (56.97) davanti al bronzo cileno Katherinne Wollermann (58.03). Nella finale B del KL3 200m il lecchese Kwadzo Klokpah ha terminato l’avventura iridata con il quarto posto (44.13).

Venerdì è stato Esteban Gabriel Farias a conquistare la medaglia d’argento e la carta olimpica nel KL1 200, mentre giovedì Veronica Silvia Biglia ha ottenuto la qualificazione nella nuova disciplina olimpica del VL2 200.

Per le barche non qualificate alle Paralimpiadi ci sarà la possibilità di ottenere il pass olimpico ai prossimo Mondiali del 2020. Saranno solamente 4 i posti disponibili per ciascun evento. Ogni nazionale può ottenere una sola quota di partecipazione per gara e i posti eventualmente vacanti saranno assegnati ai migliori escusi.

LIVE RESULTS: https://results.szeged2019.com/competition/1/races
LIVE STEAMING: https://www.canoeicf.com/canoe-sprint-world-championships/szeged-2019

Abbonati qui a Express VPN, ottieni il 30% di sconto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.