Mondiali di Artistica 2015, Ferrari & Co volano a Rio 2016

La squadra femminile di Ginnastica Artistica chiude al 5° posto le qualificazioni dei Mondiali in corso a Glasgow e stacca il biglietto per Rio 2016

Mondiali di Artistica 2015, Ferrari & Co volano a Rio 2016

La Squadra Nazionale di Ginnastica Artistica Femminile – impegnata ieri nella gara di qualificazione dei 46° Campionati del Mondo di Glasgow – si è aggiudicata – al termine della penultima suddivisione di questa sera –  la qualificazione diretta per i Giochi Olimpici di Rio De Janeiro del 2016. La qualificazione è stata ottenuta al termine dell’ 11^ suddivisione, quando le azzurre si sono cristallizzate al 5° posto provvisorio, un piazzamento che non è stato messo in discussione nella 12^ suddivisione, quando sono scese in campo Svizzera e Ungheria.

Ma l’importante risultato era frutto di una gara perfetta il giorno prima, quando Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Elisa Meneghini, Lara Mori e Tea Ugrin (riserva Enus Mariani) avevano superato il Giappone (223.863), il Canada (222.780), il Brasile (221.861) e perfino la Romania (217.220) che a Nanning, l’anno scorso – in occasione dell’ultima rassegna iridata – le aveva anticipate nella finale a squadre. 

Le azzurre hanno aperto i campionati qualificanti per le Olimpiadi del 2016 dalle parallele asimmetriche con 54.332 punti. Bene la trave, grazie all’acuto di Carlotta Ferlito (14.233), e il corpo libero di Erika Fasana pagato dalla giuria con 14.466 punti. I 58.290 al volteggio – ben tre decimi in più rispetto all’ultimo mondiale – hanno definitivamente spedito l’italdonne davanti alle nipponiche, fino a quel momento seconde. 

Nelle suddivisioni successive di sabato poi, si cristallizzava la classifica che vedeva in testa gli USA con il totale di 236.611, seguiti da Russia (231.437), Gran Bretagna (227.162), Cina (225.127), Italia (224.452), Giappone (223.863), Canada (222.780) e Olanda (222.354). Otto squadre che hanno staccato il biglietto per Rio 2016. Le squadre dal 9° al 16° posto, invece, si giocheranno l’ultima chance al Test Event di Aprile.  

Mondiali artistica, squadra donne

Il gruppo femminile che ha conquistato la qualificazione olimpica a Glasgow

In vista della finale a squadre, in programma martedì 27 ottobre, il DTN Enrico Casella ha dovuto rivedere la formazione: Vanessa Ferrari resterà fuori e sarà sostituita dalla riserva Enus Mariani. 

Per quanto riguarda la prova individuale, al termine della 12^ ed ultima suddivisione di ieri sera, Carlotta Ferlito (55.665) finisce 16^ nella classifica All-around, aggiudicandosi, così, un posto nella finale a ventiquattro di giovedì 29 ottobre. Mentre resterà fuori Vanessa Ferrari (ritiratasi per la finale a squadre), lasciando a Tea Ugrin (22° con 55.299 punti) la possibilità di gareggiare nella top 24 mondiale al fianco di Simone Biles (USA), Giulia Steingruber (SUI) e della campionessa olimpica Gabrielle Douglas (USA). Confermata Erika Fasana in finale al corpo libero (14.466) con il 7° punteggio; out Ferlito alla trave (1a riserva con 14.233) – nonostante l’ex equo con l’olandese Thorsdottir – per via dell’esecuzione.

“Missione compiuta! – ha detto al termine della lunga giornata di sabato il tecnico azzurro Casella – Grande applauso a tutto il gruppo che si è mostrato compatto e ha saputo lottare fino alla fine. Un elogio devo farlo anche a chi è rimasto a casa: Giorgia Campana, Lavinia Marongiu, Sofia Bonistalli e Arianna Rocca che per molto tempo hanno accompagnato la Nazionale lungo questo cammino”.

“Indipendentemente dalla qualificazione – ha aggiunto il presidente Agabio –, ho trovato la suddivisione davvero emozionante. Ci sono stati momenti di tensione superati positivamente. Vanessa Ferrari si è sacrificata per la squadra, questo le fa onore. Bravissima anche Fasana e tutte le altri componenti del gruppo per il prezioso contributo. Complimenti, infine, anche agli allenatori e a tutti coloro che si sono prodigati per questo risultato”.

Risultati

QUAL. ALL AROUND
QUAL. SPECIALITA’
QUAL. TEAM

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.