Oggi, al General Gymnasium di Kitakyushu, si è disputata la prima finale Mondiali di Ginnastica Artistica maschile e femminile. Nel concorso generale Alice D’Amato mette insieme 52.082 punti (VO 14.400 – PA 12.916 – TR 11.766 – CL 13.000) mentre la sorella Asia ne totalizza 51.699 (VO 14.366 – PA 12.600 – TR 11.900 – CL 12.833) validi, rispettivamente, per l’8ª e la 12ª posizione sulle 24 ginnaste in gara.

Le gemelle azzurre – che pochi mesi fa hanno partecipato ai XXXII Giochi Olimpici di Tokyo 2020 finendo ad un passo dal podio con la squadra completata da Vanessa Ferrari e Martina Maggio – sono tornate in Giappone per consolidare maggiormente il loro nome a livello internazionale. Per le agenti del Gruppo Sportivo Fiamme Oro della Polizia di Stato è la seconda partecipazione mondiale dopo Stoccarda 2019, valsa loro uno storico bronzo di squadra, composta anche da Giorgia Villa, Martina Maggio, Elisa Iorio e Desiree Carofiglio, quest’ultime presenti anche nell’edizione nipponica di quest’anno.

“Dopo l’Olimpiade abbiamo sgombrato la mente per farci trovare pronte – ha dichiarato Alice D’Amato in mixed zone – La gara di oggi poteva andare meglio. Sono entrata tra le prime otto al Mondo ma, senza errori, avrei potuto sperare in qualche posizione migliore. Non mi scoraggio, adesso rivolgo lo sguardo al futuro e ai nuovi impegni internazionali”. Tante veterane e altrettante esordienti erano presenti al campionato iridato dei grandi attrezzi femminili. “Il livello di preparazione si è alzato tantissimo – ha detto Asia nell’intervista post gara – Bisogna tornare in palestra, allenarsi ancora di più e aumentare le difficoltà degli esercizi. Adesso voglio concentrarmi per la mia finale al volteggio di sabato, ho voglia di riscatto”. Durante gli allenamenti in vista dell’All-Around, la giapponese Hitomi Hatakeda è caduta dalle parallele asimmetriche e ha subito un infortunio preoccupante che l’ha costretta al ritiro dalla competizione. “Eravamo lì quando si è fatta male. Le auguriamo solo il meglio e ci auguriamo di rivederla presto in gara”, hanno detto le due azzurre facendo un grande in bocca al lupo alla loro collega che, nei prossimi giorni, si dovrà sottoporre ad ulteriori accertamenti ed analisi.

Le due 18enni genovesi migliorano il risultato raggiunto da Giorgia Villa (16ª) ed Elisa Iorio (24ª) nella finale All-Around del campionato tedesco di due anni fa anche se la modenese non completò la gara a causa di un infortunio alla caviglia dopo il salto al volteggio. Quest’anno ricorre il decimo anniversario dal Mondiale di Tokyo a cui parteciparono Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito. Nella 43ª edizione della rassegna FIG, sempre qui in Giappone, i due caporali dell’esercito italiano arrivarono, rispettivamente al 12° e 14° posto.

Angelina Melnikova è la nuova campionessa del Mondo 2021 (pt. 56.632). La russa strappa il titolo a Simone Biles – assente in Giappone – che lo aveva vinto nel 2019. La medaglia d’argento se l’aggiudica l’americana Leanne Wong (pt. 56.340) la quale si posiziona davanti la sua connazionale, Kayla Di Cello, bronzo con 54.566 punti. Ai piedi del podio giapponese l’altra russa, Vladislava Urazova, a quota 53.598.

Foto di Simone Ferraro

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta