Mondiali Giovanili di Arrampicata 2016, un’Italia da 10 e lode!

Fantastico bottino finale per la Nazionale giovanile che torna dalla Cina con 3 ori, 1 argento e 6 medaglie di bronzo.

Mondiali Giovanili di Arrampicata 2016, un’Italia da 10 e lode!

Dieci medaglie e la sensazione di aver imboccato finalmente la strada giusta. Questo il bottino della Nazionale Giovanile di Arrampicata Sportiva che ha concluso nella giornata di ieri i Mondiali di Arrampicata Giovanili a Gaungzhou. Una partecipazione impreziosita dai titoli mondiali di Giorgio Bendazzoli nella Lead, Gianluca Zodda e Ludovico Fossali nella Speed, oltre alla medaglia d’argento di Davide Marco Colombo nel Boulder e alle 6 medaglie di bronzo. Un bottino simile a quello dello scorso anno, quando i Mondiali si sono tenuti ad Arco e la Nazionale partecipò con un numero maggiore di atleti.

Si tratta di un buon inizio di un quadriennio che per la disciplina sarà olimpico, visto l’esordio previsto a Tokyo 2020. Il fatto che gli atleti siano tutti giovanissimi, inoltre, lascia ben sperare proprio in previsione olimpica. Si tratta, ora, di dare continuità a questo trend, riuscendo anche a trovare adeguato spazio tra i più grandi, perché il rischio di non riuscire a qualificare nessuno per le Olimpiadi è concreto, visto soprattutto che saranno solo 40 (20 uomini e 20 donne) gli atleti che gareggeranno a Tokyo.

“E’una straordinaria impresa quella che i nostri ragazzi hanno messo a segno in Cina –ha detto il presidente della Federazione Arrampicata Sportiva Italiana Ariano Amici -. Si tratta di una risposta a quanti credevano che i risultati ai Mondiali di Arco f0ssero frutto del caso o del fatto che gareggiassimo in casa. Invece è la dimostrazione che la programmazione di questi anni era mirata e commisurata alle risorse messe a disposizione dal CONI, così siamo cresciuti complessivamente come movimento. Non posso fare a meno di congratularmi a nome mio e di tutto il Consiglio con atleti, tecnici e staff federale che da anni lavorano in silenzio spesso sopportando critiche ingiuste e gratuite. Un ringraziamento sentito anche a IlRisuolatore, lo sponsor che ha creduto in noi e in questa squadra e ci è stato vicino per questa impegnativa trasferta. Aver conquistato così tante medaglie con la giovanile in estremo oriente non può essere che il miglior viatico per il quadriennio olimpico che ci porterà allo storico traguardo delle Olimpiadi di Tokyo. Mi auguro, ma dopo questi mondiali ne sono certo, di tornare tra quattro anni da quelle parti come protagonisti”.

Fin dalla prima giornata di gara del Mondiale, i climber italiani avevano lanciato segnali molto positivi per tutto il movimento. Nella specialità Lead, il vicentino Giorgio Bendazzoli ha messo subito al collo l’Oro nella categoria Youth A (Under 18) dopo una gara passata in prima posizione fin dalle qualifiche, dove è stato l’unico atleta a chiudere le due vie. Nella Youth B (Under 16), invece, la romana Laura Rogora ha lottato fino alla fine per un posto sul podio fino a strappare un prezioso Bronzo.

Il dominio assoluto degli Azzurini è arrivato però nella specialità Speed con Gian Luca Zodda, nella categoria Youth A (Under 18), e Ludovico Fossali nella categoria Juniors (Under 20), che si sono piazzati sul gradino più alto del podio. In campo femminile Elisabetta Dalla Brida (Youth A) e Giorgia Strazieri (Youth B) si sono fatte valere conquistando entrambe il Bronzo.

LE MEDAGLIE CONQUISTATE DALL’ITALIA
ORO (3): Giorgio Bendazzoli Lead U18, Gian Luca Zodda Speed U18 e Ludovico Fossali Speed U20
ARGENTO (1): Davide Marco Colombo Boulder U16
BRONZO (6): Laura Rogora Lead U16, Elisabetta Dalla Brida Speed U18, Giorgia Strazieri Speed U16, Laura Rogora Combinata U16, Davide Marco Colombo Combinata U16 e Pietro Biagini Combinata U18.

I RISULTATI DEGLI AZZURRI
SPECIALITA’ BOULDER
MASCHILE
YOUTH B (U16): 2° Davide Marco Colombo, 18° Alessandro Castellani,
YOUTH A (U18): 5° Filip Schenk, 16° Pietro Biagini, 17° Giorgio Bendazzoli, 45° Matteo Manzoni
JUNIORS (20): 44° Ludovico Fossali, 46° Stefano Carnati,

FEMMINILE
YOUTH B (U16): 4° Laura Rogora, 35° Giorgia Strazieri
YOUTH A (U18): 6° Giulia Medici, 25° Elisabetta Dalla Brida

SPECIALITA’ LEAD
MASCHILE
Youth B (U16): 8° Davide Marco Colombo
Youth A (U18): 1° Giorgio Bendazzoli, 5^ Pietro Biagini, 8^ Filip Schenk
Juniors (U20): 17° Stefano Carnati, 33^ Ludovico Fossali

FEMMINILE:
Youth B (U16): 3° Laura Rogora
Youth A (U18): 27° Giulia Medici

SPECIALITA’ SPEED
MASCHILE
Youth B (U16): 22° Davide Marco Colombo
Youth A (U18): 1° Gian Luca Zodda; 34° Pietro Biagini; 36° Filip Schenk; 46°Giorgio Bendazzoli
Juniors (U20): 1° Ludovico Fossali

FEMMINILE

Youth A (U18): 3° Elisabetta Dalla Brida
Youth B (U16): 3° Giorgia Strazieri

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.