Mondiali Giovanili in Cina: Dalla Brida e Strazieri di bronzo nella Speed

Il maltempo ha contrassegnato questa giornata dedicata alla Speed. Dominio delle atlete russe ma le azzurre hanno sfiorato l'ingresso in finale.

Mondiali Giovanili in Cina: Dalla Brida e Strazieri di bronzo nella Speed

Dopo le medaglie di ieri ai Mondiali Giovanili in Cina di Arrampicata sportiva (leggi qui), ancora buone notizie per la spedizione azzurra a Guangzhou. Elisabetta Dalla Brida e Giorgia Strazieri conquistano due medaglie di bronzo, rispettivamente nella categoria U18 e U16.

La campionessa del mondo U16 lo scorso anno ad Arco (qui) Elisabetta Dalla Brida non riesce a ripetersi al passaggio di categoria, ma lascia comunque il segno salendo sul podio alle spalle di della russa Elizaveta Ivanova e della francese Elma Fleuret. Da segnalare in particolare il tempo della nuova campionessa del mondo, capace di una progressione straripante dalle qualifiche fino alla fine, che ha vinto in 8″60. Brava Elisabetta a vincere la finalina per il bronzo superando la russa Remizova.

Per quanto riguarda le giovanissime U16, Giorgia Strazieri è l’unica atleta in grado di interrompere il dominio della russia. La veronese di Bussolengo, 14 anni compiuti a luglio, n. 1 del ranking mondiale per quanto riguarda la sua categoria, ha perso in semifinale contro la neo campionessa del mondo Karina Gareeva in quella che alla prova dei fatti si è rivelata la vera finale. Infatti le due atlete hanno fatto registrare i migliori tempi assoluti: 9″10 per la Gareeva, 9″29 per l’azzurra. Nella finale per il terzo posto la veronese non ha avuto alcuna difficoltà a regolare la russa Kulagina, mentre in finale la Gareeva ha avuto la meglio sulla connazionale Kuznetsova.

Alla prova dei fatti le due medaglie di bronzo premiano due dei talenti più cristallini del nostro settore di velocità, ma lasciano anche un po’ di amaro alla luce di come si sono svolte le gare.

Da segnalare anche il terzo titolo conquistato dalla Russia sempre nella velocità femminile nella categoria Juniores (fantastica tripletta per le atlete dell’Est) con la Kan, che ha regolato in finale la polacca Chudziak.

Il maltempo ha poi impedito lo svolgimento del resto del programma giornaliero, a cominciare dalla qualifiche boulder.

Al momento il bottino degli azzurri è quindi di 1 oro, con Giorgio Bendazzoli nella Lead U18, e 3 medaglie di bronzo, con Laura Rogora (Lead U16), Elisabetta Dalla Brida (Speed U18) e Giorgia Bendazzoli (Speed U16).

Gli azzurri
U16 – Laura Rogora – Climbing Side Roma – L, S, B
U16 – Giorgia Strazieri – Equilibrium Modena – S
U16 – Alessandro Castellani – King Rock Verona – B
U16 – Davide Marco Colombo – Climbers Triuggio MI – L, S, B
U18 Giorgia Tesio – Il Punto Cuneo – L, B
U18 Giulia Medici – Vertigine 1996 Reggio Emilia – B
U18 Elisabetta Dalla Brida – Gruppo Rocciatori Piaz Mezzolombardo TN – S
U18 Filip Schenk – AVS Brixen BZ” – L, B
U18 Matteo Manzoni – Koren Bergamo – B
U18 Gianluca Zodda – Equilibrium Modena – S
U18 Giorgio Bendazzoli – El Maneton Schio VI – L, B
U18 Pietro Biagini – Kadoinkatena Genova – L, B
U20 Stefano Carnati – Ragni di Lecco – L, B
U20 Ludovico Fossali – Carchidio Strocchi Faenza RA – L, S, B

SPECIALITA’
L = Lead
B = Boulder
S = Speed

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.