Mondiali: le azzurrine conquistano l’argento a squadre

La bandiera della Repubblica Popolare Cinese sventola sul pennone più alto del Mondiale di Tiro a Volo. Il merito è della quarantenne Yingi Liu che, entrata in finale grazie ad uno shoot-off a sette per cinque posti, nella serie decisiva ha commesso solo due errori chiudendo a 95/100 e mettendosi al collo il secondo oro mondiale della sua lunga carriera. L’argento ed il bronzo sono andati alla slovacca Zuzana Stefecekova, seconda con 92, ed alla russa Elena Tkach, terza con 90, mentre l’unica carta olimpica in palio è volata in India con Shagun Chowdary, quarta con 89.
La migliore delle nostre è stata Jessica Rossi. La poliziotta di Crevalcore (BO) con un 22/25 nell’ultima serie di qualificazione ha buttato via due bei 24 collezionati nelle prime due. Per lei il 18° posto con un totale di 70 a due piattelli dallo shoot-off per l’ingresso in finale. Subito dietro Giulia Iannotti (Forestale) di Vallo della Lucania (SA) che si è piazzata in 20ª posizione con 69 e Deborah Gelisio (Forestale) di Mel (BL) in 29ª posizione con 68. Anche la classifica a squadre non è stata favorevole alle nostre. L’oro, l’argento ed il bronzo vanno, rispettivamente, a Russia (213), Francia (213) e Cina (211) e le azzurre si devono accontentare del 5° posto con 207.
Gara più positiva per la squadra delle Junior.  Le azzurrine sono riuscite a conquistare l’argento a squadre con lo score di 191/225, alle spalle delle colleghe americane, prime con 201, e davanti a quelle ceche, terze con 184.
Un argento sarebbe potuto arrivare anche nel concorso individuale. Alessia Iezzi, chiuse le tre serie di gara a quota 68/75, ha infatti spareggiato con altre due colleghe per il secondo e terzo posto. Purtroppo la giovane abruzzese di Manoppello (PE) ha pagato cara l’inesperienza in ambito internazionale e non è riuscita ad approfittare dell’occasione. Per lei il 4° posto con 68 (+0).
Per quanto riguarda le altre due azzurrine in gara, Silvana Stanco di Winterthur (SUI) ha chiuso in 12ª posizione con 63, mentre Alessia Montanino di Palma Campania (NA) si è fermata in 20ª posizione con 60.
Chiuso il capitolo Fossa Olimpica, da domani si aprirà quello dello Skeet che verrà inaugurato dalla gara femminile. Il Commissario Tecnico Francesco Fazi schererà in pedana un tris di regine che, come dimostrato oggi negli allenamenti ufficiali, ha tutte le qualità per fare grandi cose. A guidare la squadra sarà Chiara Cainero (Forestale) di Cavalicco di Tavagnacco (UD), accompagnata da Simona Scocchetti (Esercito) di Ardea (RM) e Katiuscia Spada (Fiamme Oro) di Fabro (TR). In pedana tra le Junior l’Italia schiererà Virginia Orlando di Montalbano Jonico (MT) che avrà il compito di difendere il titolo di Campionessa del Mondo conquistato a Monaco di Baviera lo scorso anno. La formula di gara prevede 75 piattelli di qualificazione per tutte (tre serie da 25 piattelli l’una) e 25 di finale per le migliori sei, previsti per le 16.45. (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.