Mondiali MTB 2015, il Team Relay torna sul podio

La prima medaglia di questi mondiali arriva dal Team Relay formato da Marco Aurelio Fontana, Francesco Bonetto, Eva Lechner e Gioele Bertolini: un bronzo che lascia un po' di amaro in bocca

Mondiali MTB 2015, il Team Relay torna sul podio

Siamo, noi di Sport24h, sinceramente convinti della forza del nostro Team Relay (sport ciclismo, specialità XCO) al punto da considerare, forse a torto, il bronzo conquistato ai Mondiali di MTB in svolgimento a Vallnord ad Andorra una mezza sconfitta. Non perché sia stato fatto qualche errore nella gestione della squadra, ma perché, al contrario, quando la sapienza di Hubert Pallhuber si “fonde” con la classe di Marco Aurelio Fontana ed Eva Lechner, di solito si sale sul gradino più alto del podio. Come stava per accadere in occasione del campionato europeo, solo un mese fa, se non ci fosse stata una rottura di troppo. Decisiva, quando eravamo in testa.

Così sarebbe stato logico attendersi la rivincita in occasione del mondiale. E per certi versi questa è arrivata, anche se il colore della medaglia, bronzo, a nostro avviso non rispecchia fedelmente i valori in campo. Ma nello sport (e nella mtb in particolare) spesso la sorte gioca un ruolo determinante. Così accade che Eva Lechner, terza frazionista che riceve il testimone in seconda posizione, perde l’equilibrio e il ritmo mentre era in compagnia della Langvad, scivolando in quarta posizione. La danese vola verso un impossibile rimonta sulla Francia, l’azzurra invece costringe Bertolini ad un rimonta per salire sul podio. Non vogliamo dire che la fortuna ci ha messo ancora lo zampino, ma sicuramente poteva andare meglio. Magari un argento, alle spalle di una Francia da tempo irresistibile, anche senza Absalon, da sempre concentrato solo sulla prova individuale. Titolo alla Francia con il tempo finale di 52’45”, secondo posto per la Danimarca a 24″, quindi la Nazionale Italiana a 1’01”.

Il commento di Marco Aurelio Fontana, che torna sul podio mondiale a distanza di un anno (nel 2014 bronzo nell’individuale) nonostante una stagione non all’altezza delle aspettative: «Sono partito in prima frazione ma in seconda fila, sono andato “a manetta” e ho superato parecchia gente sulla prima salita. Ho pagato l’alto ritmo a metà giro ma sono comunque riuscito a chiudere vicino a Vogel (Svizzera), quindi la gamba c’è. Lo junior Francesco Bonetto ha mantenuto la seconda posizione alle spalle della Francia balzata al comando, nella terza tornata Eva Lechner ha chiuso quarta e per finire nell’ultima l’under 23 Gioele Bertolini ci ha riportato sul podio. Possiamo essere soddisfatti della nostra staffetta, siamo partiti con il piede giusto».

Sabato prossimo 5 settembre alle 14.30 andrà in scena il Campionato del Mondo XCO individuale, di cui sarà possibile seguire lo streaming live su Red Bull Tv.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.