Mondiali Para Archery – Al le fasi iniziali

Hanno preso il via nei giardini della Palazzina di Caccia di Stupinigi a Nichelino (To) i Campionati Mondiali Disabili che si concluderanno con le finali individuali e a squadre domenica 17 luglio.
Sulla linea di tiro gli arcieri del compound maschile e femminile per le qualifiche: 144 frecce a 90, 70, 50 e 30 metri nel maschile, 70, 60, 50 e 30 metri nel femminile.
Il Responsabile Tecnico Marco Pedrazzi riassume così la prove degli atleti italiani: “In generale sono soddisfatto, non era facile tirare con questo calco. I ragazzi hanno fatto una grande rimonta: erano al 12° posto dopo i 90 metri e hanno recuperato fino a portarsi al 4° posto. Simonelli meritava il pieno nei 30 metri, purtroppo gli sono entrati tre 9 che potevano essere 10. Nelle eliminatorie a squadre ce la giochiamo. Nel femminile ottimo esordio di Roberta Cascio, anche se la posizione della squadra non è buona. Le azzurre cercheranno di rifarsi nelle eliminatorie”.
In casa Italia ottima prova di Alberto Simonelli (Phb Bergamasca), 4° in classifica generale con 1364 punti, tirerà direttamente dai sedicesimi contro il vincente del match tra Hattori (Jpn) e Haudoin (Fra).
“Ho tirato male la prima distanza, ma poi ho recuperato bene, quindi sono soddisfatto – dice il campione azzurro, iridato nel ’97 e argento nel 2005 – Ho patito il caldo, ma sono sereno: mi sono preparato bene e voglio centrare la qualificazione olimpica. Per riuscirci servirebbe salire sui primi due gradini del podio, anche se i britannici potrebbero liberare dei posti. Certamente non sarà facile, perché oltre ai soliti ‘vecchi’ avversari, ci sono parecchi nuovi atleti che sono cresciuti molto negli ultimi anni. La concorrenza è agguerrita”.
Lorenzo Schieda (Phb Bergamasca), 34° con 1309 punti, pensa già agli scontri diretti. Affronterà ai ventiquattresimi Bukaski (Pol).
“Avevo iniziato bene le prime volée, poi mi sono perso per strada, ma dopo i 90 metri ho saputo riprendere il ritmo e non era facile con questo caldo – dice l’atleta bergamasco -. La nostra preparazione è tutta incentrata nelle eliminatorie a 70 metri: siamo allenati per fare la nostra figura. Il 4° posto a squadre ci fa ben sperare. Nell’individuale ce la metterò tutta: se qualcuno sarà più bravo di me gli farò i complimenti, ma di certo non regalerò niente”.
Fiducioso Mirko Benetti (Arcieri La Meridiana), 26° con 1324 punti, al suo esordio mondiale, tirerà dai ventiquattresimi contro Hennehane (Gbr). “È il mio primo mondiale, sono soddisfatto, soprattutto per il 4° posto a squadre. Un po’ di tensione c’era, poi però mi sono sciolto ed è andata bene. Abbiamo margini di miglioramento per gli scontri diretti e sono fiducioso per la qualificazione olimpica”.
Gli azzurri, che hanno ottenuto il 4° punteggio in qualifica, 3997punti, dietro Corea del Sud, Stati Uniti e Repubblica Ceca, tireranno agli ottavi di finale con il Brasile.
Nel femminile compound le azzurre non hanno brillato: 8° punteggio a squadre: tireranno venerdì ai quarti di finale con la Russia.
Molto soddisfatta l’esordiente Roberta Cascio (Dyamond Archery Palermo), che ha ottenuto i suoi record personali su tutte e 4 le distanze, 1216 punti, che la piazzano al 31° posto. Se la vedrà ai sedicesimi con la Reppe (Swe).
“Mi sono guadagnata la convocazione grazie ai Campionati Italiani di Sassari, dove avevo già ottenuto il mio record con 1090 punti. Mi sono migliorata molto ed è una bella iniezione di fiducia. La pressione? Forse ho tirato con un po’ di incoscienza e questo mi ha aiutata”.
L’azzurra Ifigenia Neri (Dyamond Archery Palermo), 24ª con 1280 punti, affronterà ai sedicesimi la Badiola (Esp): “Sono abbastanza soddisfatta. Abbiamo preparato bene i 70 metri e nelle eliminatorie non lasceremo niente di intentato”.
Santina Pertesana (Polisportiva Disabili Valcamonica) invece guarda con speranza agli scontri diretti, 33ª con 1180 punti. Tirerà al primo turno, i ventiquattresimi di finale, contro la Barnett (Usa). “È andata male, ho pure fatto uno 0 all’ultima freccia. Spero di riuscire a ripetere quanto fatto nell’ultima trasferta di Stoke Mandeville: anche lì ero ultima in qualifica e poi mi sono classificata al 4° posto…”.
Nella prova a squadre miste compound Alberto Simonelli e Ifigenia Neri ricoprono la 10ª posizione con 2644 punti e affronteranno agli ottavi il Canada.
Domani saranno in gara per le qualifiche gli atleti dell’olimpico W2 maschile: l’Italia è in corsa con Oscar De Pellegrin (Arcieri del Piave), Marco Vitale (Fiamme Azzurre) e Vittorio Bartoli (Arcieri Poggibonsi). Nell’olimpico standing maschile ci saranno Mario Esposito (Phb Bergamasca), Angelo Cacciari (Castenaso Archery Team) ed Ezio Luvisetto (Arcieri del Castello). Nel compound W1 Fabio Azzolini (Arcieri Orione) e Gabriele Ferrandi (CUS Pavia).
Le azzurre dell’olimpico W2, Elisabetta Mijno (Arcieri delle Alpi), Mariangela Perna (ASHD Novara) e Veronica Floreno (Asd Pole Pole), tireranno invece giovedì.
CARTE PARALIMPICHE – A Torino, oltre ai titoli iridati, verranno assegnati anche gli accessi per i Giochi Paralimpici di Londra 2012. La manifestazione metterà a disposizione 12 posti: 3 nell’olimpico maschile, 3 nell’olimpico femminile, 2 nel compound maschile, 2 nel compound femminile e 2 nel W1 compound maschile (Nel compound a Londra non è prevista gara a squadre). (com stampa)

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.