Mondiali Paraciclismo Emmen, azzurri da favola con 13 medaglie

I mondiali di Emmen si chiudono con un ricco bottino per la spedizione azzurra: 13 medaglie, di cui 8 ori, 3 argento e 2 di bronzo.

Mondiali Paraciclismo Emmen, azzurri da favola con 13 medaglie

Si sono conclusi i Mondiali di paraciclismo di Emmen, in Olanda, che hanno segnato il ritorno dell’azzurro ai vertici del movimento. Al termine di cinque intese giornate di gara, gli azzurri portano a casa ben 13 medaglie di cui 8 d’oro, 3 d’argento e due di bronzo. Si piazzano al terzo posto del medagliere e guardano alle prossime paralimpiadi con rinnovato ottimismo.

Nella giornata conclusiva del mondiale di Emmen arrivano gli ori per Luca Mazzone e Roberta Amadeo, l’argento per Cornegliani e Zanardi, bronzo per Farroni.

Luca Mazzone non fa sconti a nessuno e si prende il terzo titolo iridato personale in questa rassegna, vincendo quindi prova a staffetta, crono e prova in linea nella categoria MH2. Roberta Amadeo ritrova il primo gradino del podio, avendo la meglio sull’olandese Koedood nella prova WH2.

Anche Fabrizio Cornegliani torna ancora sul podio, stavolta sul secondo gradino: l’azzurro (01:38:12) si deve arrendere al belga Maxime Hordies (01:33:23), e si lascia alle spalle il finlandese Teppo Polvi (01:47:27). Beffato anche Alex Zanardi, neo campione del mondo nella cronometro e nel Team Relay. Tim de Vries, olandese e campione del mondo strada negli ultimi due anni, si è vendicato per l’argento nella cronometro, e – come successe lo scorso anno nell’edizione di Maniago – ha soffiato il titolo della categoria MH5 all’azzurro. Dopo un perfetto lavoro di squadra con i compagni Johan Reekers e Mitch Valize, De Vries ha sconfitto Zanardi nello sprint finale. Terza medaglia personale per Alex, che a 52 anni si rende ancora protagonista in positivo.

Medaglia di bronzo infine per Giorgio Farroni, che condivide il podio della categoria MT1 con il cinese Jianxin Chen ed il tedesco Maximilian Jag.

Questo appuntamento olandese non ha potuto vedere all’opera un’altra grande protagonista del paraciclismo azzurro: Francesca Porcellato, costretta alla vigilia del mondiale a tornare a casa per problemi familiari. La paratleta avrebbe sicuramente contribuito a rendere ancora più ricco il bottino azzurro.

Abbonati qui a Express VPN, aiuti a finanziare Sport24h.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.