Mondiali Ritmica, Bertolini e Russo ammesse al test event

Yana Kudryavtseva vince l’oro, il terzo titolo iridato consecutivo dopo Kiev 2013 e Izmir 2014, nonostante l’infortunio alla caviglia che ha perfino messo in discussione la sua partecipazione a questo mondiale.

Mondiali Ritmica, Bertolini e Russo ammesse al test event

Venerdì sera si sono concluse le competizioni per le ginnaste individualiste. Le migliori 24 uscite dalla lunga serie di turni di qualifica hanno combattuto sulla pedana tedesca per entrare nella rosa delle 15 atlete che andranno direttamente alle Olimpiadi di Rio. L’Italia ha preso parte a questa finale con Veronica Bertolini, che è riuscita a guadagnarsi un posto in questa cerchia esclusiva ed ha avuto la possibilità di mostrare alla giuria le proprie capacità.

La stella di Desio è consapevole fin dall’inizio della difficoltà dell’impresa: “Ero un po’ stanca– ha dichiarato la tre volte campionessa italiana assoluta – Cinque giorni di gara consecutivi non sono facili, soprattutto a livello mentale. Dopo l’imprecisione alla palla ho provato a reagire subito, anche se, fin dal principio, ho sempre saputo che non sarei entrata tra le 15. Volevo soltanto fare una bella figura e godermi questa vetrina meravigliosa. Adesso devo migliorare sulla tenuta di gara seguendo i consigli della mia allenatrice e della Direttrice Tecnica”. La valtellinese ha una tenuta di gara un po’ altalenante, accusando la stanchezza nel finale delle routine alla palla e alle clavette, mentre dimostra un’ottima padronanza di cerchio e nastro.

Alla fine della gara, si piazza 23esima, in penultima posizione, superando la bulgara Mariya Mateva. Bertolini si guadagna comunque la possibilità di competere alle Olimpiadi ottenendo l’accesso a test event di aprile, insieme alla compagna di avventure Alessia Russo, che proprio dalla classifica di qualificazione, grazie a vari scarti di nazionalità, conquista il secondo posto italiano per la gara di riparazione.

Nella parte alta della classifica troviamo dei nomi piuttosto noti, che non intendono lasciare spazio a fraintendimenti: Yana Kudryavtseva vince l’oro, il terzo titolo iridato consecutivo dopo Kiev 2013 e Izmir 2014, nonostante l’infortunio alla caviglia che ha perfino messo in discussione la sua partecipazione a questo mondiale. Sotto di circa 8 decimi, la connazionale Mamun vince l’argento, nonostante abbia tenuto testa alla rivale fino alla fine, quando una caduta del nastro le fa perdere la pole position mantenuta fino ad allora. Una gara esaltante quella fra le due amiche e compagne di squadra, che ha tenuto col fiato sospeso la Porche Arena di Stoccarda fino all’ultimo punteggio. Terza la bielorussa Melitina Staniouta, che da qualche mese mantiene una certa costanza sia nei punteggi che nella posizione in classifica. La vera novità si rivela appena sotto al podio, incarnata da una georgiana, Salome Pazhava, che sembra sbucare fuori dal nulla in una disciplina dove difficilmente si riesce a scalzare le concorrenti più conosciute. Salome inizia una rapida risalita delle classifiche nel Gran Prix di Mosca del 2014, continuando a rosicchiare posizioni e a farsi conoscere dalla giuria in appena poco più di un anno di presenza significativa in campo internazionale. In Germania arriva 4ta, davanti alla più blasonata ucraina Anna Rizatdinova, che sembra essere molto penalizzata dalle giudici di questa kermesse. Un altro nome che stupisce piacevolmente è quello di Carolina Rodriguez, che all’età di 29 anni mantiene una presenza importante ed il 9 posto in questo mondiale.

Chiuso il capitolo individualiste, all’ora di pranzo di oggi si apre quello delle squadre: le leonesse di Emanuela Maccarani entrano in pedana con l’obiettivo principe di centrale la qualificazione olimpica, risultato assolutamente non scontato, considerando gli 8 posti disponibili per le squadre europee e la concorrenza agguerrita di nazioni che hanno migliorato notevolmente le proprie performance nelle ultime competizioni.

Diretta Raisport1 alle 12,55.

Sara Sangalli

1 KUDRYAVTSEVA Yana 75.632
2 MAMUN Margarita 74.766
3 STANIOUTA Melitina 72.132
4 PAZHAVA Salome 71.782
5 RIZATDINOVA Ganna 71.541
6 DURUNDA Marina 71.399
7 RIVKIN Neta 70.974
8 ZENG Laura Yihan 70.416
9 RODRIGUEZ Carolina 70.248
10 VLADINOVA Neviana 70.115
11 SON Yeon Jae 69.998
12 MOUSTAFAEVA Kseniya 69.715
13 HALKINA Katsiaryna 69.599
14 FILIOU Varvara 69.449
15 MINAGAWA Kaho 69.399
….
23 BERTOLINI Veronica 66.165

  

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.