Mondiali Tiro, medaglie per Suppini, Benetti e Stanco

Marco Suppini (Fiamme Oro) e Sofia Benetti (Appiano San Michele) sono saliti sul gradino più alto del podio nella specialità di carabina 10 metri mista junior. Bronzo nella Fossa Olimpica.

Mondiali Tiro, medaglie per Suppini, Benetti e Stanco

L’Italia conquista il suo primo oro e titolo mondiale in questa edizione dei Campionati Mondiali in corso a Changwon grazie alla brillante prestazione di due giovani e prometteni atleti: Marco Suppini (Fiamme Oro) e Sofia Benetti (Appiano San Michele) sono saliti sul gradino più alto del podio (499.0) nella specialità di carabina 10 metri mista junior – dove hanno stabilito anche il record mondiale per la loro categoria –  lasciandosi alle spalle Iran (497.7) e India (435.0).

Entrambi gli atleti sono reduci da un anno ricco di risultati importanti in campo internazionale, ottenuti sia individualmente che insieme. La coppia di tiratori infatti aveva già centrato l’oro agli Shooting Hopes di Plzen un mese e mezzo fa, un bronzo alla Coppa del Mondo Juniores di Suhl a fine giugno ed un oro alla competizione internazionale di Pforzheim a maggio. La vittoria di oggi dunque è un ulteriore conferma dell’impegno dei due atleti ed una grande soddisfazione per tutto lo staff tecnico azzurro che ha festeggiato oggi questo splendido risultato.

Guarda la classifica di carabina 10 metri mista juniores

Sofia Benetti, classe 2002, ha da poco terminato il suo primo anno nel progetto sperimentale “Accademia del Tiro” fortemente voluto dalla UITS – che consente agli atleti di conciliare impegno scolastico e sportivo – e si appresta ad iniziare il secondo. Proprio nell’ultimo anno Sofia, anche grazie all’opportunità dell’Accademia, è cresciuta ed ha collezionato moltissime medaglie: dalla carta olimpica conquistata agli Europei a 10 metri di Gyor che le consentirà di partecipare all’imminente terza edizione dei Giochi Olimpici Giovanili, passando per i successi agli Shooting Hopes e alla Coppa del Mondo Juniores, fino alle medaglie vinte alla Coppa delle Alpi, senza dimenticare il titolo assoluto ottenuto sempre nell’aria compressa agli ultimi Campionati Italiani.

Il suo compagno di squadra, Marco Suppini, che si appresta ad iniziare il suo ultimo anno nella categoria juniores, ha al suo attivo un palmarès ricco di medaglie, ed una partecipazione alla seconda edizione dei Giochi Olimpici Giovanili che si svolsero a Nanchino nel 2014 dove si piazzò al sesto posto nella carabina 10 metri maschile. Marco del tempo ha dimostrato di essere tra i migliori giovani tiratori al mondo anche nelle specialità a fuoco, visto che proprio qualche mese fa ha conquistato l’oro nella carabina libera 3 posizioni alla Coppa del Mondo Juniores di Suhl.

Gli altri risultati della giornata

Nella pistola 10 metri juniores donne miglior piazzamento fra le azzurre in gara quello di Margherita Brigida Veccaro (Treviglio) che ha chiuso al 16esimo posto (567). La competizione è stata vinta dalla turca Sewal Ilayda Tarhan (237.9), seguita dalla coreana Gaeun Choo (234.5) e da Lizi Kiladze.

Guarda la classifica di pistola 10 metri juniores donne

I risultati nelle specialità non olimpiche della categoria Seniores

Nella carabina libera a terra oro per il danese Steffen Olsen (628.2) che si è lasciato alle spalle il norvegese Stian Bogar (627.8) e l’austriaco Thomas Mathis (627.1). Tra gli italiani si è distinto Marco De Nicolo (Fiamme Gialle) che ha chiuso al 23esimo posto (623.0).

Guarda la classifica di carabina libera a terra uomini

Settimo posto per Sabrina Sena (Carabinieri) nella carabina sportiva a terra (622.3): oro per l’inglese Seonaid Mcintosh (623.9) seguita dalla tedesca Isabella Straub (623.7) e dalla slovacca Daniela Demjen Peskova (623.3).

Guarda la classifica di carabina sportiva a terra donne 

Fossa Olimpica – Azzurre d’oro a squadre con il nuovo record del Mondo – Per la Stanco bronzo iridato e Carta Olimpica – Rossi ottava, Iezzi 38ª. Domani il Mixed con Rossi-Pellielo e Iezzi-Grazini – Silvana Stanco ha conquistato la medaglia di bronzo nella Finale di Fossa Olimpica del 52° Campionato del Mondo, podio che è valso all’Italia la prima Carta Olimpica per i Giochi di Tokio 2020.

La venticinquenne azzurra, italiana ma residente in Svizzera e Portacolori delle Fiamme Gialle, è entrata in finale con il punteggio di 119/125 +3, superata solo dalla cinese di Taipei Lin con lo stesso punteggio ma vincitrice dello spareggio per l’assegnazione del dorsale.

Forte della seconda posizione provvisoria Silvana ha puntato dritta al podio superando indenne tutte le eliminatorie fino ad assicurarsi la medaglia di bronzo con il punteggio di 36/40. Meglio di lei solo la slovacca Zuzana Rehak Stefecekova, iridata con 45/50 +3, e la cinese Xiaoping Wang, d’argento con 45/50 +2.

Insieme alla medaglia è arrivata anche la prima Carta Olimpica azzurra per i Giochi di Tokio 2020. Le altre tre in palio sono andate a Slovacchia, Cina e Australia.

“Sono contenta di aver conquistato anche questa Carta Olimpica – ha dichiarato alla fine della gara la Stanco, che nel 2015 ad Al Ain aveva conquistato l’unico pass per Rio 2016 della Fossa Olimpica Femminile – Era il mio obiettivo e per questo ho lavorato tanto. Non pensavo di farcela al primo tentativo. Adesso inizio a lavorare sperando di poter concretizzare, finalmente, il mio sogno olimpico”.

Fuori dalla finale Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcore, ottava con 115/125 ed un solo piattello in meno rispetto a quelli necessari per l’accesso alla fase conclusiva della gara, e Alessia Iezzi (Carabinieri) di Manoppello (PE), trentottesima con 109.

Dopo la soddisfazione del bronzo individuale, la Stanco è tornata sul podio per l’oro a squadre centrato con la Rossi e la Iezzi. Le tre azzurre hanno totalizzato 343 punti sui 375 disponibili facendo registrare il nuovo record del mondo.

Soddisfatto il Direttore Tecnico Albano Pera “Sono contento. Il nostro obiettivo minimo era quello di vincere almeno una carta sia al maschile che al femminile. Purtroppo nel primo caso l’abbiamo sfiorata con Mauro De Filippis, mentre oggi ci siamo riusciti con Silvana che si è meritata anche una bella medaglia di bronzo in una finale molto tirata. E’ stata molto brava a mantenere la calma. Credo che una finale a questo livello si sia vista raramente nell’ultimo periodo. Un bravo va detto anche Lorenzo Ferrari – ha proseguito Pera riferendosi alla gara degli Junior Maschili di oggi – E’ partito molto male, ma poi ha capito ed è riuscito a recuperare salendo anche lui sul podio per il bronzo. Questo ci fa ben sperare perché è uno Junior dal buon potenziale”.

JUNIORES – Lorenzo Ferrari è salito sul podio della gara di Fossa Olimpica per mettersi al collo la medaglia di bronzo degli Junior Maschili. Diciotto anni di Provaglio d’Iseo (BS), il giovane portacolori delle Fiamme Oro si è qualificato per la finale con il punteggio di 118/125 +5 conquistando il pettorale numero quattro e si è poi giocato il tutto per tutto nella corsa alle medaglie. Malgrado qualche errore di troppo nelle fasi iniziali, l’azzurrino si è ripreso ed ha superato gli sbarramenti del sesto, quinto e quarto posto e con 31/40 si è messo al collo la medaglia di bronzo alle spalle dell’australiano Nathan Steven Argiro, d’oro con 42/50, e dello statunitense Logan Joseph Lucas, d’argento con 41.

Fuori dalla finale il sassarese Matteo Marongiu (Fiamme Oro), dodicesimo con 116, ed il viterbese Teo Petroni, ventitreesimo con 112. Per gli azzurri è arrivato anche il bronzo a squadre con il totale di 346.

RISULTATI

Trap Junior Maschile: 1° Nathan Steven ARGIRO (AUS) 119/125 – 42/50; 2° Logan Joseph LUCAS (USA) 120/125 (+9) – 41/50; 3° Lorenzo FERRARI (ITA) 118/125 (+5) – 31/40; 4° Manuel VIERA DA SILVA (POR) 118/125 (+4) – 27/35; 5° Murat ILBOLGI (TUR) 120/125 (+8) – 19/30; 6° Ali Aman ELAHI (IND) 118/125 (+1) – 10/25; 12° Matteo MARONGIU (ITA) 116/125; 23° Teo PETRONI (ITA) 112.

Squadre Junior Maschile: 1ª AUSTRALIA 348/375; 2ª INDIA 348; 3ª ITALIA 346

Trap Femminile: Yi Chun LIN (CHN) 119/125 (+4); Silvana Maria STANCO (ITA) 119/125 (+3); Zuzana REHAK STEFECEKOVA (SVK) 117/125 (+2); Xiaoping WANG (CHN) 117/125 (+1; Laetisha SCANLAN (AUS) 117/125 (+0); Beatriz MARTINEZ (ESP) 116/125; 8ª Jessica ROSSI (ITA) 115/125;.38ª  Alessia IEZZI (ITA) 109.

Squadre Trap Femminile: 1ª ITALIA 343/375; 2ª SPAGNA 342; STATI UNITI 329.

Trap Femminile: 1ª Zuzana REHAK STEFECEKOVA (SVK) 117/125 (+2) – 45/50 (+3); 2ª Xiaoping WANG (CHN) 117/125 (+1) – 45/50 (+2); 3ª Silvana Maria STANCO (ITA) 119/125 (+3) – 36/40; 4ª Laetisha SCANLAN (AUS) 117/125 (+0) – 30/35; 5ª Yi Chun LIN (TPE) 119/125 (+4) – 25/30; 6ª Beatriz MARTINEZ (ESP) 116/125 – 19/25; 8ª Jessica ROSSI (ITA) 115/125;.38ª  Alessia IEZZI (ITA) 109.

Squadre Trap Femminile: 1ª ITALIA 343/375; 2ª SPAGNA 342; STATI UNITI 329.

 

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.