Mondiali Tiro a volo Fossa Olimpica: poker di Pellielo

Mondiali Tiro a volo Fossa Olimpica: poker di Pellielo
Giovanni Pellielo ai Mondiali di Tiro a volo a Lima

Giovanni Pellielo ai Mondiali di Tiro a volo a Lima

LIMA –  Giovanni Pellielo è il Campione del Mondo di Fossa Olimpica 2013. Sedici anni dopo il mondiale del 1997, disputato proprio qui a Lima, si conferma come il re. Oggi ha agguanto il suo quarto titolo iridato ( i precedenti sono stati a Nicosia 1995, Lima 1997 e Barcellona 1998, ndr), tanti quanti il tiratore francese Michel Careega, ora non più solo in vetta al mondo.
“Speravo di farcela è così è stato – dice Johnny – Questo titolo conferma che tutto quello che era mancato lo scorso anno a Londra era solo il frutto consueto del mondo dello sport. Per uno in più o in meno si vince o si perde. Alle Olimpiadi non avevo sparato male, ma c’è stato chi ha sparato meglio di me. Sembra che tutto dovesse finire. Invece no!. Mi sento meglio di dieci anni fa, meglio di quando vinsi qui a Lima. Questo è un messaggio molto importante per tutti i giovani: il nostro sport non ha età”.
Entrato in semifinale con 121/125 (25, 25, 22, 25, 24), nel round riservato ai migliori sei è stato il più forte con 13/15 e si è meritato il primo posto del medal match per l’oro. Insieme a lui nello scontro più importante grazie ad uno shoot-in il croato Anton Glasnovic. Lo stesso che poco più di un mese fa Pellielo ha incontrato per l’oro e l’argento europeo. All’epoca la meglio la ebbe Glasnovic, oggi Johnny gli ha reso il favore. Con 13 a 11 il verdetto è inequivocabile. Il più forte è sempre lui.
Al terzo posto il russo Alexey Alipov, Campione Olimpico di Atene 2004, vincitore nel medal match per il bronzo contro lo spagnolo Alberto Fernandez con il punteggio di 13 a 12.
Per quanto riguarda gli altri azzurri in gara, Massimo Fabbrizi si è impegnato tanto, ma il 47/50 di oggi non ha potuto recuperare il 21 realizzato alla fine del primo giorno. Il Carabiniere di Monteprandone (AP), medaglia d’argento a Londra 2012, è arrivato qui a Lima per difendere il titolo e purtroppo non è riuscito nell’impresa. Confida di essere un po’ amareggiato, ma forte del carattere deciso tipico della gente della sua terra natale, saprà sicuramente fare tesoro dell’esperienza. Per lui un totale di 117/125 che vale la 21ª piazza.
Due piattelli più indietro troviamo il giovane e talentuoso Valerio Grazini (Forestale) di Viterbo, che per sbagliare ha aspettato l’ultima serie. Con due 24 e due 23 è entrato in pedana per la quinta ed ultima serie con il parziale di 94/100, ancora in lizza per la semifinale, e ne è uscito con un 115/125 (2125, ndr) che lo ha fatto scendere fino alla 35ª posizione.
L’oro a squadre va agli spagnoli con 357. Per gli azzurri il totale complessivo è 353375, esattamente come i colleghi portoghesi e croati. Purtroppo il regolamento prevede che in caso di pari punteggio fa valere l’ultima serie di gara. Analizzando i totali vediamo che i portoghesi si meritano l’argento con 73/75, i croati sul terzo gradino con 69 ed i nostri scalano in quarta piazza con 68.
Niente podio individuale per gli Junior. Nella gara vinta dal padrone di casa Nicolas Pacheco Espinosa con 116/125, i nostri non riescono ad agguantare nessuna medaglia.
Il migliore dei nostri è Luca Miotto (Fiamme Oro) di Ciliverghe. Il bresciano si è assicurato il sesto posto con il punteggio di 113. Posizione che, in occasione di una gara europea, in cui anche gli junior disputano semfinale e medal matches, gli avrebbe consentito di giocarsi una delle piazze del podio iridato. Decimo Carlo Mancarella (Fiamme Oro) di Brindisi che con 111 non va oltre il 10° posto. Quindicesimo Diego Meoni di Terni con 108. Il totale per i tre è di 332 che li spinge fino alla piazza d’onore, dietro a neo campioni del mondo della Repubblica Ceca, primi con 342, e davanti a quelli russi, terzi con 321.
Con questi ultimi risultati si spengono i riflettori sul Mondiale 2013 ed il circo del tiro a volo internazionale si sposta ad Al Ain (UAE) dove dal 21 al 29 ottobre si assegneranno le Coppe di Cristallo nella finale di Coppa del Mondo.

Risultati
Trap Maschile: 1° Giovanni PELLIELO (ITA) 121/125 – 13/15 – 13/15; 2° Anton GLASNOVIC (CRO) 121 – 12 (+2) – 11; 3° Alexey ALIPOV (RUS) 121 – 11 (+1) – 13; 4° ;  Alberto FERNANDEZ (ESP) 120 – 12 (+1) – 12; 5° Jesus SERRANO (ESP) 120 – 11 (+0); 6° Josè Manuel BRUNO FARIA (POR) 120 – 9; 21° Massimo FABBRIZI (ITA) 117/125; 35° Valerio GRAZINI (ITA) 115.
Trap Junior Maschile: 1° Nicolas PACHECO ESPINOSA (PER) 116/125; 2° Pavel VANEK (CZE) 115; 3° Jan BORKOVEC (CZE) 115; 6ª Luca MIOTTO (ITA) 113; 10° Carlo MANCARELLA (ITA) 111; 15° Diego MEONI (ITA) 108.
Squadre Trap Maschile: 1ª SPAGNA 357/375; 2ª PORTOGALLO 353; 3ª CROAZIA 353; 4ª ITALIA 353.
Squadre Trap Junior Maschile: 1ª REP.CECA 342/375; 2ª ITALIA 332; 3ª  RUSSIA 321.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.