Mondiali Juniores Judo: Ferrari solo quinta

Mondiali Juniores Judo: Ferrari solo quinta

Quinto posto di Valeria Ferrari ai Mondiali juniores Judo a Lubiana. Veronese, 20 anni, Valeria Ferrari (già oro mondiale cadetti 2009) ha dato prova di coraggio quando, dopo aver superato Zere Bektaskyzy (Kaz) e Dariko Gabaidze (Rus), è rimasta a terra dolorante per una forte contusione alla spalla con Chizuru Arai (Jpn). Nella prima giornate di gare, Antonio Esposito aveva vinto la medaglia d’oro nei 73 kg, mentre Odette Giuffrida aveva conquistato il terzo posto nei 52 kg. Il percorso di Antonio Esposito è stato travolgente con tutti, Phridon Gigani (Geo), Sami Chouchi (Bel), Davit Nikoghosian (Arm), Magdiel Estrada (Cub), straordinario con Imranbek Gabasov (Rus) e perfetto in finale con Sarvar Shomurodov (Uzb). Odette Giuffrida si è imposta su Noran Reda (Egy) ed Evi Vermandere (Bel), prima di scontrarsi con Sappho Coban (Ger) e se la giornata di Odette era storta, quella della tedesca non ha fatto una piega, tant’è che poi ha vinto l’oro, mentre Odette ha vinto ancora con Distria Krasniqi (Kos) e per il bronzo in vantaggio (S3 a S1) con Karolina Pienkowska (Pol) ha fatto shime waza a pochi secondi dalla fine. “Valeria è stata comunque grande – ha detto il DTN Raffaele Toniolo – affrontare due incontri dopo una botta del genere non è da tutti”. La Ferrari infatti, ha voluto lottare ugualmente e nei recuperi ha superato Lola Mansour (Bel), ripetendo l’esito della finale iridata di 4 anni fa e ha sentito il terzo posto a portata di mano, com’è accaduto agli Europei U21 lo scorso settembre. Da un attacco dell’azzurra però, è arrivato lo strangolamento della tedesca Szaundra Diedrich, che l’ha lasciata ai piedi del podio. “L’unico modo in cui poteva perdere con quella tedesca – ha aggiunto Toniolo – era proprio a terra. È un punto sul quale dobbiamo lavorare molto, perché spesso commette errori banali”. Degli altri azzurri in gara, la sola Simona Abate (63) ha superato il primo turno con la dominicana Santa Jimenez ed è stata poi sconfitta da Nadja Bazynski (Ger), mentre Chiara Carminucci (63) è stata eliminata da Beatrice Valois Fortier (Can), Nicholas Mungai (90) da Patryk Ciechomski (Pol), Raffaele D’Alessandro (81) da Kenya Kohara (Jpn) e Daniele Sciabola (81) da Robin Gutsche (Ger). Sabato sul tatami soltanto Nicolas Damico (100) e domenica gara a squadre, ma soltanto per le invitate fra le quali non c’è il nome dell’Italia maschile né femminile.
-63 kg
1. VELEMA, Do NED
2. TSUGANE, Megumi JPN
3. BALDORJ, Mungunchimeg MGL
3. DEL TORO CARVAJAL, Maylin CUB

-70 kg
1. MATIC, Barbara CRO
2. ARAI, Chizuru JPN
3. DIEDRICH, Szaundra GER
3. PINOT, Margaux FRA
5. FERRARI, Valeria ITA

-81 kg
1. NTANATSIDIS, Alexios GRE
2. KOHARA, Kenya JPN
3. MEHDIYEV, Mammadali AZE
3. RESSEL, Dominic GER

-90 kg
1. GVINIASHVILI, Beka GEO
2. YESSEN, Samat KAZ
3. CIECHOMSKI, Patryk POL
3. SILVA, Henrique BRA

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.