#Montichiari2017: Fidanza regina dello scratch, record del quartetto donne

La Nazionale donne è la grande protagonista della prima giornata, con il titolo mondiale della Fidanza nello scratch e il record del mondo (4'23"229) nell'inseguimento.

#Montichiari2017: Fidanza regina dello scratch, record del quartetto donne

E’ raggiante, anche se concentrato, Dino Salvoldi, tecnico della Nazionale Femminile che sta conducendo le ragazzine terribili della pista azzurra ad un nuovo record di successi ai Mondiali di ciclismo su pista juniores che si sono aperti ieri a Montichiari. Nel mondo migliore, per i colori azzurri. Il quartetto dell’inseguimento femminile, formato da Vittoria Guazzini, Chiara Consonni, Letizia Paternoster, Martina Fidanza nelle qualificazioni ha segnato il nuovo record del mondo, 4’23″229, ben 6″ in meno rispetto al precedente record, sempre delle rocketgirls azzurre.

“Nonostante le difficoltà siamo riusciti in questi anni a dare continuità al lavoro – dice il CT Salvoldi – ed ormai sappiamo il nostro valore, anche se le preoccupazioni ci sono sempre perché date dalla loro giovane età e dall’imprevisto che è sempre in agguato. Questo successo è arrivato dopo un gran lavoro perché niente in pista è improvvisato. Le ragazze poi riescono a dare qualcosa in più di quello che le viene chiesto. Perché? Perché siamo l’Italia e non vogliamo essere meno di ciò che siamo”.

Tutta questione, quindi, di selfconfidence, ovvero di quel particolare stato di grazia, dal punto di vista sportivo, che possiedi quando sei abituato a vincere e che ti fa dare il meglio nel momento decisivo della gara. SelfConfidence che ha supportato Martina Fidanza nella conquista del primo titolo mondiale in palio a Montichiari, quello dello scratch. Per la figlia (e sorella) d’arte si tratta della chiusura di un cerchio perfetto, cominciato con il titolo europeo, neanche un mese fa… non ci sono dubbi, nello scratch Martina, tra le pari età, non ha avversarie… Sono molto soddisfatta – dice la neo campionessa mondiale –. E’ andato tutto come programmato insieme al CT Salvoldi. Sapevo di stare bene e di avere una buona gamba”.

Se non è self confidence questa…

Oggi seconda giornata di gare, in palio i titoli scratch e keirin uomini e inseguimento a squadre uomini e donne. Mentre le azzurrine, forti del titolo mondiale di ieri, hanno “l’obbligo” di riconfermarsi ai vertici mondiali (dai quali non sono mai scese da due anni a questa parte) per i ragazzi di Villa (ieri sesti nelle qualificazioni) c’è la concreta possibilità di lottare per il bronzo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.