Europei 2016 MTB, alla Svizzera il primo titolo

Partenza sfortunata per gli azzurri che nelle prime due frazioni della prova di Team Realy perdono tempo per contrattempi meccanici e chiudono al settimo posto.

Europei 2016 MTB, alla Svizzera il primo titolo

Sono cominciati ieri in Svezia, a Huskvarna, con la staffetta (Team Relay) i campionati europei MTB, momento fondamentale per l’avvicinamento alle Olimpiadi di Rio 2016. In ballo la definizione del ranking internazionale in grado di assegnare ancora posti per le Olimpiadi.

L’Italia è approdata a questo appuntamento con delle Nazionali giovani, nella speranza di accumulare esperienza necessaria per i prossimi appuntamenti.

In un clima primaverile, subito dopo la cerimonia di apertura degli Europei, la Svizzera si è aggiudica il primo titolo. Il quartetto composto da Marcel Guerrini, Vital Albin, Jolanda Neff e Lars Forster ha tagliato il traguardo in 55’35”6410 seguito dalla Francia (Victor Koretzky, Axel Zingle, Pauline Ferrand Prevot e Jordan Sarrou) a 1’10”, terza a 1’16” la Germania (Egger Georg, Niklas Schehl, Sabine Spitz e Ben Zwiehoff), vincitrice lo scorso anno davanti ai rossocrociati.

L’Italia, formata da Luca Braidot, Francesco Bonetto, Lisa Rabensteiner e Gioele Bertolini e che rappresentava una delle Nazioni di riferimento nella staffetta, è giunta solo settima, a causa di una serie di contrattempi meccanici soprattutto nelle prime due frazioni di gara. Questo il racconto del tecnico azzurro Pallhuber: “Subito dopo il via Luca Braidot, durante il giro di lancio, perde un pedale ed è costretto ad una rimonta praticamente dal fondo del gruppo. Nonostante questo completa una grande frazione che lo porta a cambiare in quarta posizione. Parte lo junior Francesco Bonetto che risale ancora fino alla terza posizione, poi la catena comincia a fare i capricc. Nella discesa il giovane azzurro è costretto più volte a fermarsi, per rimettere la catena in sede. Ormai la prestazione era compromessa. Quando passa il testimone a Lisa Rabensteiner siamo in 9^/10^ posizione. Abbiamo cominciato con la sfortuna e continuato sulla stessa lunghezza d’onda… peccato perchè potevamo sicuramente far meglio, per non dire che eravamo da podio….”.

Oggi gli azzurri tornano in campo per l’Eliminator. Parola ancora al CT Pallhuber: “Sul percorso insidioso dei campionati europei ciò che conta è prendere subito posizione. Considerando che in una gara come questa sono molti i fattori che incidono sul risultato anche la batteria in cui si parte. Abbiamo al via il vice campione italiano Tabacchi, il tricolore 2015 Vieder e la vice campionessa europea del 2015, Oberrparleiter. Insomma abbiamo buone possibilità di fare bene.”

Questi gli azzurri scelti da Pallhuber per l’Eliminator di domani (finali alle ore 18,30)
Daniele Braidot Forestale Cicli Olympia Vittoria
Mirko Tabacchi Forestale Cicli Olympia Vittoria
Maximilian Vieider Ktm – Protek – Dama
Anna Oberparleiter Team Lapierre – Trentino – Ale’
Nadir Colledani Bettinbike Racing Team Asd
Stefano Valdrighi Elios Factory Racing

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.