Nazionale Sperimentale: seconda sconfitta con la Francia 61-92

Nazionale Sperimentale: seconda sconfitta con la Francia 61-92

Taranto – La Nazionale Sperimentale di Attilio Caja perde ancora contro la Francia col punteggio di 61-92. A 48 ore di distanza, e sul parquet del PalaMazzola, sono ancora i transalpini ad avere la meglio, facendo valere la superiore stazza fisica. Rotazioni decimate per coach Caja, che deve fare a meno di Baldi Rossi, Gazzotti e Spanghero per lievi indisposizioni.
“In queste due gare – commenta coach Caja – abbiamo fatto delle esperienze che ci serviranno nel futuro. Neanche stavolta il punteggio è stato dalla nostra ma provare a tener testa a giocatori così fisici come quelli della Francia è stato importante. Nel primo tempo abbiamo fatto buone cose in difesa ma purtroppo non sempre abbiamo sfruttato il contropiede. Nel momento in cui i francesi hanno messo fisicità le nostre percentuali da dietro l’arco non sono state ottimali. Ora si parte per la Cina con un proficuo bagaglio di esperienza.”
L’avvio Azzurro è buono e nella prima metà dei 10 minuti iniziali la maggiore freschezza italiana offre al numeroso pubblico di Taranto spunti per portare i decibel al massimo. I francesi reagiscono e il primo strappo arriva puntuale poco prima della sirena. Anche l’avvio del secondo quarto è di marca francese ma la scossa arriva con l’ingresso in campo di Sandri: il suo impatto sul match serve a costruire, con l’aiuto di tutta la squadra, il break di 8-0 che riacciuffa gli avversari (24-29). Riprese le misure, la compagine di coach Donnadieu restituisce il favore e il primo tempo va in archivio 41-29 Francia. La partita, per quanto riguarda il risultato, si può dire chiusa.
Tutt’altra partita nel secondo tempo, dove la fatica dei carichi di lavoro accumulati nel ritiro di Folgaria si fa sentire eccome. La Francia ha maggior vigore e scappa fin dal terzo quarto, chiudendo di fatto il match. Il punteggio è severo con gli Azzurri, che possono però far tesoro degli errori e delle buone cose messe in campo soprattutto nei primi 20 minuti. La strada verso il miglioramento passa anche da gare come questa e fa parte del bagaglio personale anche saper reagire a serate storte come quella di Taranto. Da domenica il gruppo si trasferisce in Cina per una tournée internazionale con le Nazionali di Francia, Slovenia e una selezione dei padroni di casa.
Bis per Fabio Mian, che nell’intervallo ha vinto la gara delle schiacciate. A Brindisi aveva vinto la gara del tiro da tre.

Italia-Francia 61-92 (16-22, 29-41, 42-64)
Italia: Arcidiacono 5, Chillo 4, Mian 5, Baldi Rossi ne, Gazzotti ne, Rullo 8, Sandri 8, Abass 10, Casella 5, Saccaggi 6, Pini, Tonut 7, Ruzzier 3, Spanghero ne. All: Caja, Ass: Lepore
Francia: Julien, M’baye 12, Lacombe 5, Rousselle 9, Prenom 10, Morency 7, Sy 10, Moerman 10, Boungou Colo 7, Invernizzi 12, Camara 10, Sane ne. All: Donnadieu, Ass: Denis, Foirest

Tiri da due: Ita 12/30, Fra 23/31. Tiri da tre Ita 8/24, Fra 12/26. Tiri liberi Ita 13/16, Fra 10/16. Rimbalzi Ita 20, Fra 36.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.