NBA Sunday, i Magic contro Lebron James e i suoi Lakers

L’appuntamento di questa settimana con le NBA Sundays, le partite domenicali della NBA in prima serata per l’Europa, vede i Los Angeles Lakers ospitare gli Orlando Magic allo Staples Center, con diretta domenica 25 novembre a partire dalle 21.30 su Sky Sport NBA.

NBA Sunday, i Magic contro Lebron James e i suoi Lakers

I Lakers hanno vinto otto delle loro ultime dieci partite (al 21 novembre) dopo un inizio da 2-5. LeBron James è stato il fulcro del cambio di marcia. Il quattro volte MVP ha segnato un season-high da 51 punti nella vittoria 113-97 contro Miami il 18 novembre. James ha messo a segno invece 44 punti nella vittoria 126-117 sui Trail Blazers il 14 novembre. James è stato affiancato da veterani nel corso delle ultime otto stagioni con gli Heat e i Cavaliers. Quest’anno è alla guida di una squadra molto giovane, con Lonzo Ball, Brandon Ingram, Kyle Kuzma e Josh Hart. Per bilanciare la squadre in termini di esperienza, i Lakers hanno firmato JaVale McGee, Rajon Rondo e Lance Stephenson. McGee è stata una rivelazione, tenendo una media di 13,4 punti a partita, career-high, mentre guida la classifica per percentuali di tiro e stoppate. Rondo, che è il secondo in squadra per assist, è fuori per un mese a causa dell’infortunio alla mano, rotta, accorso contro Portland. Stephenson, nemico di lunga data di LeBron ai tempi dei Pacers, continua a portare la sua energia e la sua tenacia in uscita dalla panchina. I Lakers hanno firmato recentemente Tyson Chandler, dopo che il veterano è stato tagliato dai Suns. Chandler ha migliorato la squadra soprattutto grazie alle sue abilità difensive e a rimbalzo.

Da parte sua Orlando è stata una delle squadre più in forma della lega, vincendo sette delle ultime 10 partite (al 23 novembre) in seguito ad una partenza da 2-6. Nikola Vucevic è stato il fulcro della squadra, tenendo una media di 20,4 punti a partita, career-high, e tirando con più del 55% dal campo. Il 28enne centro montenegrino è entrato nelle chiacchiere da All-Star. Il nuovo coach Steve Clifford, che ha guidato gli Charlotte Hornets ai playoff in due delle ultime cinque stagioni, ha posto l’enfasi sulla circolazione e difesa della palla. I Magic sono quarti in NBA per assist e terzi per l’assist-to-turnover ratio. Aaron Gordon, che ha firmato un’estensione del contratto durante l’offseason, è il secondo in squadra per punti segnati (17,1 a partita), seguito dal francese Even Fournier (16,1 a partita). È stato un ottimo inizio di stagione anche per Terrence Ross, quarto in squadra per punti (13,6 a partita). Ross ha giocato soltanto 24 partite l’anno scorso a causa di un infortunio. I giovani Jonathan Isaac, Mo Bamba e Wes Iwundu continuano ad accumulare esperienza in questo inizio di stagione.

Precedenti: Orlando è avanti per 1-0 in questa stagione. Nella passata, i precedenti sono 1-1. I Magic hanno battuto i Lakers 130-117 ad Orlando lo scorso 17 novembre grazie ai 36 punti e 13 rimbalzi di Nikola Vucevic. Lo stesso Vucevic, in fase di presentazione, ha ricordato come “LeBron resta il miglior giocatore al mondo. Non esiste un LeBron prima dei Lakers e uno dopo.. Lui è il più forte: ha un’intelligenza cestistica fuori dai canoni. Quando serve fare punti, fa punti; quando serve difendere, difende. Insomma, sarà divertente giocare contro il più forte.”

I Magic hanno avuto anche un grande apporto da DJ Augustin, che ha segnato un season-high da 22 punti. I Lakers sono stati guidati dai 22 punti di LeBron James. Lonzo Ball non ha segnato in 28 minuti di gioco. I Magic e i Lakers sono due delle squadre più alte dell’NBA. Non sorprende infatti che entrambe sono quarti nella classifica delle stoppate (6,1 a partita). LeBron James ha trovato il proprio ritmo in attacco, in particolare dalla linea dei tre punti. James ha tirato 14 su 20 dalla lunga nella distanza durante la Week 5.

Da ricordare, tra le curiosità, che l’head coach dei Magic Steve Clifford è stato assistente ai Lakers durante la stagione 2012-13. Il secondo allenatore dei Lakers, Brian Shaw, ha giocato per i Magic dal 1994 al 1997. Javale McGee dei Lakers ed Evan Fournier dei Magic sono stati compagni di squadra ai Denver Nuggets dal 2012 al 2014. L’apertura delle braccia del rookie dei Magic Mo Bamba è di 238 cm, misurata all’NBA Combine 2018.

Lascia un commento

La tua email non apparirà

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.