La stagione 2021 della Coppa del Mondo Speed di Arrampicata sportiva è iniziata in modo spettacolare a Salt Lake City, Utah, USA, dove nel giro di poche ore, gli scalatori indonesiani Veddriq Leonardo e Kiromal Katibin hanno abbassato il limite mondiale, portandolo molto vicino al 5″ netti.

Il primo record è stato firmato dal 20enne Katibin, che nella primissima gara del girone di qualificazione ha polverizzato il precedente record mondiale di velocità maschile con il tempo di 5″258, mentre il suo compagno di squadra ha concluso in seconda posizione con 5″375, anche questo sotto il precedente record.

Infine, nell’attesissima finale, Leonardo (24) ha scalato il muro dei 15 metri in 5″208: il tempo più veloce di sempre.

“Sono molto felice oggi per questa medaglia d’oro e per aver battuto il record del mondo”, ha detto Leonardo subito dopo la finale. “È stato fantastico competere al fianco del mio compagno di squadra. Non siamo venuti qui per la vittoria, siamo venuti qui per battere i record”.

La medaglia di bronzo è andata al polacco Marcin Dzienski (28), che ha battuto il favorito di casa John Brosler (24) in una gara testa a testa che ha visto il climber statunitense scivolare di alcune mosse prima di fermare il cronometro. L’ultimo tempo di Dzienski è stato di 5″842 secondi, mentre Brosler ha concluso in quarta posizione con 6″891.

Un’altra atleta polacca, la 27enne Aleksandra Miroslaw, è salita sul gradino più alto del podio tra le donne, portando a casa la sua quinta medaglia d’oro IFSC World Cup. La campionessa del mondo di velocità in carica ha affrontato la statunitense Emma Hunt (18) nel duello finale, conquistando il primo posto con 7″382 secondi contro i 7″539 della rivale.

La medaglia d’argento di Hunt è la prima medaglia della Coppa del mondo di velocità mai vinta dagli Stati Uniti.

“Ad essere onesti, non sapevo cosa aspettarmi”, ha commentato Miroslaw. “Vengo da un infortunio che ho subito agli Europei dello scorso anno. Ho fatto un piccolo errore nell’ultima gara e mi ha stressato un po’, ma sono abbastanza felice ed emozionato perché mi sentivo molto veloce. Competere davanti a questo pubblico è fantastico”.

Il podio femminile è stato completato dalla 24enne giapponese Miho Nonaka. Quarta la polacca Patrycja Chudziak (23).

La Coppa del Mondo IFSC a Salt Lake City proseguirà domani con le qualificazioni Boulder maschili e femminili, rispettivamente con inizio alle 9:00 (UTC-6:00) e alle 16:00.

foto Daniel Gajda/IFSC

Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta