Oggi e domani l’Idroscalo di Milano ospita i Tricolori Assoluti e Junior
di Canottaggio

Oggi e domani l’Idroscalo di Milano ospita i Tricolori Assoluti e Junior
di Canottaggio

Campionati Italiani Canottaggio 2012

Oggi e domani (29 e 30 settembre) l’Idroscalo di Milano si veste a festa per accogliere i Campionati Italiani Assoluti e Junior. Sono quasi trecento, in rappresentanza di 113 equipaggi, i vogatori e le vogatrici pronti a confrontarsi in tutte le specialità del programma Senior con una fitta presenza di Pesi Leggeri azzurri pronti, dopo aver lottato per l’assegnazione del titolo italiano nel week end del 2 e 3 giugno a Gavirate, a guastar la festa.
Dopo aver vinto insieme il Mondiale Universitario di Kazan in doppio, si ritrovano avversari Federico Ustolin (CC Saturnia) e Francesco Cardaioli (Can. Padova). Ustolin detiene il titolo del singolo dal 2010 quando vinse a Mantova e poi, poco prima dell’incidente stradale che lo ha tenuto per parecchio tempo ai box, si riconfermò alla Standiana di Ravenna. Cardaioli ha appena vinto questa specialità nella categoria Under 23 a Piediluco. In singolo, nella categoria Pesi Leggeri, Marcello Miani è stato iridato nel 2010 in Nuova Zelanda. Dopo una stagione in chiaroscuro a bordo del quattro senza PL olimpico, l’atleta della Forestale cerca riscatto all’Idroscalo di Milano. Dopo l’argento nell’otto agli Europei, Leopoldo Sansone (CRV Italia) è carico come una molla. Da tenere d’occhio anche Jean Smerghetto (CUS Pavia) e Matteo Castaldo (RYC Savoia).
Parterre d’eccellenza anche nel singolo femminile. Laura Schiavone (CC Irno), bronzo ai Mondiali Universitari), se la vedrà con Gabriella Bascelli (Can. Lazio), vicecampionessa europea nell’otto, e le sue compagne di barca a Varese Giada Colombo (Can. Tritium), campionessa d’Italia Under 23, e Sara Magnaghi (Can Moltrasio). Anche la genovese Denise Zacco (Sportiva Murcarolo), reduce dal successo a livello Under 23 nella categoria PL, venderà cara la pelle. 

Rosario Agrillo ed Emanuele Liuzzi, al timone Cristiano De Santis. Fiamme Oro favorite nel due con insieme a Leopoldo Sansone e Giuseppe Vicino (tim. Enrico Primavera), tesserati per il CRV Italia. Bernardo Nannini (Can. Firenze) e Davide Tabacco (Can. Moltrasio) provano a spingere le rispettive imbarcazioni (Bottai e Morescalchi per i fiorentini, Saldarini e Magnaghi per i moltrasini). 

Passando al due senza maschile, dopo il bronzo Under 23 ed il successo al secondo Meeting Nazionale, si ripresentano Alessandro Rossetti e Simone Angeloni (Tevere Remo). Più motivati che mai, gli azzurri dell’Aniene: Andrea Palmisano e Giuseppe De Vita sono nuovamente in pista dopo il settimo posto agli Europei. Padroni d’Italia e del mondo nel due senza leggero Under 23, vogliono dire la loro anche Vincenzo Serpico e Francesco Schisano (CN Stabia). Leggeri di peso, ma con curriculum pesanti, sono anche Giorgio Tuccinardi e Matteo Pinca (iridato anche quest’anno nel quattro senza PL Under 23 e argento nell’otto PL) della Forestale.
Stanno salendo un gradino alla volta le sorelle Lo Bue: campionesse mondiali Junior in due senza per due anni di fila, tricolori Under 23 in bacheca, Serena e Giorgia gareggiano sia Junior sia Senior. La Canottieri Lario punta sulle sorelle Wurzel: Claudia (olimpica nel due senza e argento nell’otto agli Europei) e Aurelia al via insieme, secondo le iscrizioni. La Canottieri Arno, protagonista a Piediluco, riconferma Gaia Nencini e Silvia Terrazzi. Gaia Palma, argento nell’otto agli Europei, dividerà le fatiche con Carlotta Zuanon (Sisport Fiat).
Vicecampioni olimpici e vicecampioni d’Europa. Nel doppio maschile i finanzieri Romano Battisti e Alessio Sartori concludono una grande stagione nelle acque dell’Idroscalo. Da Palermo, il CC Lauria schiera due glorie del remo siciliano: l’ex PL, sei volte campione mondiale, Luca Moncada e Dario Cerasola, due volte argento ai Mondiali Assoluti. Domenico De Cristofaro e Fabio Infimo, tesserati RYC Savoia, faranno tutto il possibile per arrivare sul podio. Da due settimane campionesse d’Europa, Laura Milani ed Elisabetta Sancassani intendono regalare un successo anche nella categoria Senior alle Fiamme Gialle. Nel doppio femminile se la dovranno vedere con le Under 23 (oro ai Tricolori) Alessandra Patelli e Cecilia Bellati (Sile Treviso) e con le salernitane Francesca Gallo e Laura Schiavone (CC Irno). 

Aniene favorita nel quattro con. Niccolò Mornati (quarto a Londra 2012 in due senza), insieme a Lorenzo Porzio (bronzo ad Atene 2004), Vincenzo Capelli e Pierpaolo Frattini (entrambi argento nell’otto agli Europei), insieme al timoniere Giacomo Fazi, dovranno vedersela soprattutto con il CC Saturnia degli azzurrini Nicholas Brezzi, Federico Duchich, Vincenzo Abbagnale e Simone Ferrarese (tim. Luca Benco), la Canottieri Firenze di Andrea Marcaccini (quinto alle Paralimpiadi nel quattro con) ed un ambizioso Sisport Fiat, guidato dall’iridato Under 23 (argento ai Mondiali Universitari) Francesco Pegoraro. 

Due campioni mondiali in due senza, due olimpici (già argento mondiale 2011) nel quattro senza maschile: è la formazione delle Fiamme Oro, composta da Armando Dell’Aquila, Luca De Maria, Andrea Caianiello e Martino Goretti. La Marina Militare schiera il campione mondiale universitario Luca Parlato insieme ad Andrea Cereda, Andrea Carmignani e Matteo Gragnaniello. Sisport Fiat (Bianca, Garrone, Quaranta, Zeppegno) e Canottieri Firenze (Gattai, Nannini, Marcaccini, Andreucci) completano lo scacchiere di partenza. Wurzel e Bertolasi insieme nel quattro senza femminile con Gaia Marzari e Sabrina Noseda, da qualche mese commentatrice di Eurosport. La Canottieri Firenze risponde con Sofia Ferrara, Lucrezia Fossi, Elisa Muccini e Gioia Sacco. Occhio anche a Sisport Fiat, capitanata da Gaia Palma, e Canottieri Varese. 

Nel quattro di coppia maschile le Fiamme Gialle puntano su tre-quarti della barca olimpica: con Simone Raineri, Matteo Stefanini e Francesco Fossi, c’è anche il vicecampione mondiale Under 23 Gabriele Cagna. Cremonesi come Raineri e Cagna, sono anche i temibili giovani della Baldesio, vincitori del titolo Under 23: parliamo di Michele Manzoli, Marco Chiodelli, Lorenzo Cortesi ed Edoardo Margheri. Forestale (Gennaro Gallo, Stefano Basalini, Daniele Danesin, Francesco Rigon) e Marina Militare (Catello Amarante, Davide Babboni, Josè Casiraghi, Pietro Ruta) hanno anch’essi le carte in regola per vincere. Corsa a quattro in ambito femminile: Gavirate, Can. Padova (con l’azzurra Menegatti), Can. Lario (con l’olimpica Bertolasi) e Varese. 

Se la Canottieri Gavirate, unica iscritta nell’otto femminile, è già sicura di vincere, l’otto Senior sarà una vera e propria battaglia navale con Sisport Fiat, CC Saturnia, Fiamme Gialle, CUS Pavia e Gavirate. Dall’argento europeo (Tranquilli, Canciani, Paonessa e Perino), dal quattro senza olimpico (Paonessa, Venier e Agamennoni), dal quattro di coppia Under 23 (argento) ed europeo (Miccoli) e dal quattro senza europeo (Ponti): questi i finanzieri con al timone la garanzia Enzo di Palma. Per il Saturnia, invece, il capovoga dell’otto Junior iridato: Alessandro Mansutti a diriger l’orchestra di giovani azzurri. I cussini di Pavia, invece, sono la solita allegra e, allo stesso tempo, pericolosissima banda con Regalbuto (argento ai Mondiali Universitari), Santi, Fois e Molteni (doppio PL ai Mondiali Under 23 e campioni d’Italia di categoria), Alberti, Como, Del Prete e Smerghetto (tim. Paolo Fiori). 



Sono 493 gli atleti della categoria Junior che andranno a comporre 292 equipaggi in gara per i titoli tricolori di categoria.
Nel singolo maschile ci sono i campioni mondiali (quattro di coppia) Luca Rambaldi (Can. Ravenna), Tiziano Evangelisti (Can. Civitavecchia) e Davide Mumolo (Elpis Genova). Rambaldi è inoltre reduce dal sesto posto agli Europei di Varese, caratterizzati quindi dal suo doppio salto di categoria. Attenzione anche a Federico Garibaldi (Can. Santo Stefano al Mare), riserva ai Mondiali, ed a Giovanni Ficarra (CC Peloro), secondo ai Campionati Italiani Ragazzi. Nel singolo femminile la lotta è apertissima. Ci sono Sandra Celoni (Cavallini), Silvia Terrazzi (Can. Arno) e Chiara Ondoli (De Bastiani Angera), bronzo nell’otto Junior ai Mondiali: con loro lottano per il successo o per il podio Carmela Pappalardo (CC Irno) e Valentina Rodini (Bissolati Cremona), finaliste nel quattro di coppia ai Mondiali, le ragazze doppio d’oro alla Coupe Bianca Laura Pelloni (Speranza Pra) e Paola Piazzolla (LNI Barletta), campionessa italiana Ragazze. 

Duello campano nel due con: CN Stabia (Giovanni Curcio, Arnaldo Cavaliere, tim. Mario Cascone) e RYC Savoia (Luca Montalbano, Fabio Santillo, tim. Luca Annibale) vogliono diventare campioni d’Italia. Iridati rispettivamente nell’otto e nel quattro senza, Matteo Lodo e Paolo Di Girolamo desiderano portare a casa anche il titolo italiano nel due senza.

Fiamme Gialle favorite, anche l’Aniene (Carlo Portaccio, Riccardo Cavosi) ha importanti ambizioni. Sulla strada delle imbattibili sorelle Giorgia e Serena Lo Bue (Can. Palermo) si pone il due senza della Canottieri Armida di Nicole El Haddad e Andrea Jorio Fili, campionesse d’Italia nella categoria Ragazze. Battaglia anche nel doppio maschile dove più equipaggi puntano alla prima posizione: intanto il campione mondiale (quattro di coppia) Andrea Crippa (Can. Lecco) farà coppia anche con Andrea Colombo. Avversari? Sicuramente Lavoratori Terni (Alessandro Brizi, Michele Mazzarini) e la Canottieri Tremezzina (Lorenzo Fontana, Pietro Venini). Partner di Ludovica Lucidi, bronzo nell’otto ai Mondiali Junior, è Asia Puglia (Tevere Remo) nel doppio femminile, specialità in cui scendono in acqua le giovanissime e promettenti Elena Waiglein e Giorgia Lonzar (CC Saturnia), Ilaria Broggini (bronzo nell’otto Junior ai Mondiali) e Sara Macrì (Can. Corgeno). Occhio anche alla Gavirate di Veronica Calabrese e Federica Cesarini. 

I cugini Borsini, Matteo (campione mondiale nell’otto Junior) e Tommaso, guidano il quattro con targato Limite sull’Arno. Con loro Giammarco Marconcini, Sasha Puccioni ed il timoniere Alessandro Cecchi. La Canottieri Firenze cala un fantastico poker azzurro: i campioni mondiali Lorenzo Pietra Caprina, Pietro Zileri e Stefano Oppo, insieme ai finalisti Jacopo Mancini e Giovanni Morescalchi (timoniere). Sulle barche di Moltrasio e Stabia, ci sono altri iridati: Guglielmo Carcano, insieme a Matteo Tettamanti, Federico Piffaretti e Mattia Magnaghi (tim. Tommaso Gatti), e Giovanni Abagnale, insieme a Francesco Orazzo, Valerio Schisano e Giancarlo Caiazzo (tim. Mario Cascone). Con Matteo Borghi al posto di Marconcini è fatto il quattro senza della Canottieri Limite sull’Arno. Risponde Moltrasio con Matteo Tettamanti, il fratello Simone, Carcano e Piffaretti. Il capovoga dell’otto iridato Alessandro Mansutti sosterrà il Saturnia di Andrea Ferrari, Leonardo Millo e Nicolò Forcellini. Posillipo, Armida e Firenze in lotta anche loro per il successo. Firenze (con Beatrice Arcangiolini, bronzo ai Mondiali nell’otto Junior), CUS Torino (con la già campionessa d’Europa Greta Masserano), il Saturnia fresco campione d’Italia nella categoria Ragazze e la Gavirate: così il quattro senza Junior femminile. 

Il Cerea del campione mondiale ed europeo in otto Luca Lovisolo è atteso protagonista del quattro di coppia. Insieme con i compagni Vittorio Serralunga, Emanuele Giacosa e Riccardo Lovisolo dovrà guardarsi dalla Lario che imbarca Davide Gerosa (finalista ai mondiali in quattro con), Lorenzo Gerosa, Andrea Guanziroli e Massimiliano Masperi. Attenzione anche al Tevere Remo di Joseph Romagnolo, Francesco Marras, Niccolo’ Pagani (campione mondiale in otto a Plovdiv) e Alessandro Padoa; alla Timavo (Gianpaolo Barducci, Piero Sfiligoi, Leo Cernic, Francesco Polez), vincitrice del 1° Meeting Nazionale a Piediluco, e alla Gavirate (Edoardo Ghittori, Federico Sterzi, Andrea Rovera, Paolo Sardella), composta per tre quarti dai campioni italiani della categoria Ragazzi.

Nel quattro di coppia femminile la Canottieri Padova di Elena Boaretto, Stefania Gobbi (finalista in quattro di coppia ai mondiali), Debora Gandola, Margherita Amistà, cercherà di difendere il titolo conquistato a Ravenna lo scorso anno. La Canottieri Firenze si presenta molto agguerrita ai nastri di partenza, forte delle azzurre Beatrice Arcangiolini e Sofia Ferrara che vogheranno con Costanza Luconi e Ludovica Pietra Caprina. 

Nell’otto femminile unica iscritta la Gavirate. Saranno invece dieci gli equipaggi che si contenderanno il titolo italiano di categoria nell’otto maschile. Occhi puntati sulle corazzate della Canottieri Firenze, che schiera gli azzurri Lorenzo Pietra Caprina, Stefano Oppo, Pietro Zileri, Jacopo Mancini e il timoniere Giovanni Morescalchi con Jacopo Bellisario, Guido Giordano, Federico Cheli, Filippo Battaglini, e delle Fiamme Gialle degli iridati Paolo Di Girolamo e Matteo Lodo con Alessandro Laino, Simone Capozzi, Matteo Menin, Daniel Cestra, Fabio Possamai, Ivan Bianchi e il timoniere Gianmarco Ambrifi.

Speciale Campionati Italiani Assoluti e Juniores

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.