Olimpiadi degli Scacchi: Cina e Russia sbancano Tromso

Olimpiadi degli Scacchi: Cina e Russia sbancano Tromso
Olimpiadi degli Scacchi

Il team maschile con il presidente FSI Pagnoncelli (scacchierando.it)

Concluse a Tromso in Norvegia le Olimpiadi degli Scacchi (che equivalgono ad un campionato del mondo a squadre) con il trionfo della Cina, tra gli uomini, e la Russia tra le donne.
Il torneo maschile è contrassegnato da un sostanziale equilibrio, rotto soltanto dallo strapotere cinese che, a sorpresa, conclude con 19 punti su 22 e ben due lunghezze di vantaggio su 4 compagini ex aequo al secondo posto. Lo spareggio tecnico premia l’Ungheria, che conquista la medaglia d’argento, mentre il terzo posto è a sorpresa per l’India. Solo quarta la Russia, alla vigilia numero uno del tabellone, quinto l’Azerbajan.
Delude l’Italia, nel gruppone al 35’ posto ex aequo e con la sola consolazione di aver apprezzato un Caruana in grado di veleggiare solitario verso il secondo posto nel ranking internazionale, alle spalle del Campione del Mondo Carlsen che, ad onore del vero, nella sua Norvegia, in queste Olimpiadi, non ha certo brillato, collezionando una serie di sconfitte impreviste e imprevedibili.
La Russia si consola, anche se solo parzialmente, aggiudicandosi iln torneo femminile, con 20 punti su 22, davanti alla Cina – favorita della vigilia – e all’Ucraina (unica a battere le vincitrici) che concludono con 18 punti.
Anche in questo caso le azzurre non brillano, concludendo al 62’ posto.
Per un bilancio dettagliato e competente, si rimanda come sempre al sito specializzato sacchierando.it, in particolare

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.