Oscar De Pellegrin ufficializza l’abbandono dell’attività agonistica

Oscar De Pellegrin ufficializza l’abbandono dell’attività agonistica

Oscar De Pellegrin a Londra 2012

La lettera con la quale Oscar De Pellegrin si congeda dall’attività agonistica. La decisione era nota, adesso arriva l’ufficialità. Il campione paralimpico, dopo 22 anni di agonismo, si ferma. C’è chi giura che per lui è pronto un ruolo di primissimo piano all’interno del CIP. Con ancora tutti i giochi da fare e Pancalli “promesso” alla Segreteria Generale qualora dovesse vincere Pagnozzi, il “vuoto” chi si aprirebbe al Comitato Paralimpico sarebbe di quelli difficilmente colmabili. O colmabili da una personalità tale da non far rimpiangere il presidentissimo.

La lettera aperta di Oscar De Pellegrin
Il sottoscritto Oscar De Pellegrin, atleta Paralimpico e medagliato d’oro alle Paralimpiadi di Londra 2012, dichiaro che la mia carriera di atleta agonista si è conclusa con le Paralimpiadi di Londra. E’ stata una decisione maturata già da tempo, per cui chiedo di essere esonerato da tutti gli obblighi dello status di atleta e cancellato dagli elenchi del club Paralimpico e antidoping.
Questi 22 anni trascorsi nella Nazionale Paralimpica, che mi hanno reso orgoglioso di vestire la maglia azzurra per il mondo, sono passati veramente in fretta, ma mi hanno lasciato veramente tanto: sconfitte, vittorie, valori, amicizie e soprattutto la consapevolezza di essermi sempre confrontato con i miei avversari con la massima lealtà.
Per me tutto questo rappresenta un bagaglio di inestimabile valore che rimarrà sempre ben impresso dentro di me e mi consentirà di dire che ho finito una carriera sportiva straordinaria con grande onore e a testa alta!
Ringrazio il Comitato Italiano Paralimpico e la Fitarco per il sostegno e la fiducia dimostratemi.
Un Cordiale saluto

Oscar De Pellegrin

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.