Si sono concluse le prime Olimpiadi di scacchi online per giocatori con disabilità con la vittoria della Polonia davanti alla Russia e all’Ucraina. Hanno partecipato 61 squadre provenienti da 45 paesi diversi, per un totale di quasi 400 giocatori.

La finale tra Polonia e Russia è stata emozionante, poiché la squadra russa ha vinto il primo turno per 2½: 1½ (due vittorie, un pareggio e una sconfitta). Tuttavia, i giocatori polacchi si sono ripresi e, nella seconda giornata di gioco, hanno ottenuto una brillante vittoria per 3-1 (tre vittorie, una sconfitta) che ha ribaltato la situazione a loro favore.

“Sapevamo di esserci già assicurati la medaglia d’argento raggiungendo la finale, quindi credo che questo ci abbia permesso di scrollarci di dosso un po’ la pressione e concentrarci sulla lotta per l’oro”, ha detto Marcin Tazbir, che difende il primo tabellone per Polonia. “Dopo aver perso la prima partita, sapevamo che avremmo dovuto vincere la seconda per almeno 3-1. Raggiungere un risultato del genere contro una squadra molto forte come la Russia è davvero difficile, ma ci siamo riusciti. Sono davvero orgoglioso della nostra squadra e vorrei anche ringraziare tutti i partecipanti, e in particolare, il nostro capitano Michał Bartel, di grande supporto durante l’intero evento”.

“Nell’ultimo round, ho dato scacco matto al mio avversario con la mano tremante, dopo una partita molto dura. In seguito, ho controllato il risultato generale della squadra e non potevo credere che la Polonia avesse vinto 3-1 e la medaglia d’oro!”, Ha detto Anna Stolarczyk, che ha dato alla Polonia il punto decisivo. Anna aveva perso la sua partita al primo turno in finale dopo un errore, ma è riuscita a rimettersi in sesto e sconfiggere un avversario di alto livello nel momento chiave. “La mia posizione nell’ultimo turno era molto poco chiara ed ero pronta ad accontentarmi di un pareggio per triplice ripetizione. Contro un giocatore di rating più alto, ho pensato che sarebbe stato un buon risultato per la mia squadra, ma il mio avversario ha rifiutato la patta. Passo dopo passo la mia posizione è migliorata e ho vinto una delle partite più importanti della mia vita! Vincere è molto importante per me anche perché ho potuto rimettermi in sesto dopo precedenti fallimenti. Non vedo l’ora di partecipare alle prossime Olimpiadi di scacchi! “

Avatar
Sport24h.it nasce dall’idea che ogni disciplina sportiva è portatrice di un sistema di valori, emozioni e linguaggio unici. Contrariamente alla narrazione imperante: non esistono i fatti separati dalle opinioni (in questo ci sentiamo un po’ eretici). La realtà è sempre, inevitabilmente, interpretata dalla sensibilità di chi la racconta.

Commenta